Breaking News

RSS
Pagina:

NAZIONALI, AMICHEVOLI: BENE ABATE E ANTONELLI

MILANO - Buona prova della Nazionale azzurra a Torino contro l'Inghilterra. Uno a uno il risultato finale, con vantaggio italiano firmato da Pellè. Sono entrati in campo nel secondo tempo Abate e Antonelli. Il primo si è ben disimpegnato, mentre Antonelli ha sfiorato la rete della vittoria dopo una bella azione.

Ad Amsterdam non è entrato in campo Nigel De Jong nella gara vinta 2-0 dall'Olanda contro la Spagna, sempre in amichevole.

DOMANI A MILANELLO: ALLENAMENTO POMERIDIANO ALLE 15.00

MILANO - I rossoneri tornereanno ad allenarsi domani pomeriggio alle 15.00, nel centro sportivo di Milanello, per continuare a preparare la partita contro il Palermo di sabato allo stadio Barbera.

MILANELLO, LE FOTO DELL'ALLENAMENTO ODIERNO

MILANELLO - Clicca qui per vedere tutte le foto dell'allenamento dei Rossoneri oggi pomeriggio al Centro Sportivo di Milanello.

L' AVVERSARIO, IL PALERMO: DOPPIO ALLENAMENTO, RECUPERATO GONZALEZ

MILANO - Come riporta il sito ufficiale del Palermo, i rosanero hanno proseguito la preparazione in vista della sfida in casa con il Milan. Il Palermo ha sostenuto doppio allenamento al "Tenente Onorato": al mattino la squadra ha lavorato divisa in due gruppi, che hanno alternato esercitazioni tattiche in campo e lavoro in palestra.

Nel pomeriggio i rosanero hanno svolto esercitazioni tecniche attacco contro difesa e una partita su campo ridotto.

Giancarlo Gonzalez ha lavorato in campo con il pallone, mentre Michel Morganella si è sottoposto a cure fisioterapiche. Allenamento differenziato programmato per Sinisa Andelkovic ed Andrea Belotti.

Domani il Palermo sosterrà una seduta pomeridiana a Boccadifalco.

ECA, UMBERTO GANDINI A MILAN CHANNEL: "Abbiamo ottenuto ciò che chiedevamo da 20 anni"

MILANO - Queste le dichiarazioni di Umberto Gandini, primo vicepresidente ECA e direttore dell'organizzazione sportiva AC Milan, rilasciate in esclusiva a Milan Channel al termine della seconda giornata di lavori dell'Assemblea Generale dell'European Club Association a Stoccolma:

"Quello che noi abbiamo rappresentato ieri e oggi e che è stato firmato con la Uefa è una pietra miliare del nostro sport a livello europeo. Siamo riusciti ad ottenere ciò che abbiamo sempre chiesto da 20 anni, ovvero il coinvolgimento diretto dei club europei nel processo decisionale dell’ Uefa. La Uefa ha aperto il suo consiglio a due rappresentanti dei club che verranno aggiunti a giugno e avranno la possibilità di portare le istanze, la voce dei club europei e contribuire ad una crescita sempre maggiore del calcio europeo.
Della scelta dei due rappresentanti dell’ ECA penso ne parleremo in occasione del consiglio che ci sarà per la finale di Berlino, nel frattempo la Uefa dovrà adeguare i propri statuti. Il lavoro fatto sia a livello di regolamento che di gestione della competizione è straordinario, il prestigio delle competizioni europee e in particolare della Champions League è diventato ancora più importante e il ricavo delle due competizioni porterà 2 miliardi e 200 milioni di euro. Quello che abbiamo fatto è di tutelare i club che giocano l’Europa League e studiare un sistema per il quale il rapporto tra il valore della Champions e Europa League sia 1,3. I club delle leghe che non si qualificano alle competizioni europee riceveranno soldi, quelli che verranno eliminati prima di raggiungere i play off riceveranno una cifra che è stata aumentata. Il financial fair play è stato la risposta a una strada che non poteva continuare ad essere percorsa."

"Il rischio delle regole così come sono oggi è quello dell’ossificazione, un circolo vizioso nel quale per tornare ad essere competitivi devi violare delle regole. Bisogna pensare a far crescere il numero di club e non ad avere un'élite ristretta che possa vivere di rendita ma aprire anche a quei club che in maniera virtuosa possono portare dei benefici. Ci vuole una gestione sana e non artificiale come è invece è successo. Manchester City e Psg sono due club diventati grandi con investimenti poco razionali, che hanno capacità di spesa illimitata e sconvolgono il sistema. L’obiettivo deve essere quello di avere 20 club che fatturano molto e non solo 5 club."

ARDOR BOLLATE: LA SCUOLA CALCIO MILAN INCONTRA IL SETTORE GIOVANILE, LE FOTO

MILANO - Si è svolto ieri sera l’incontro tra il Settore Giovanile Rossonero e l’Ardor Bollate, tappa di un percorso che vedrà un progressivo e ulteriore avvicinamento al vivaio rossonero delle realtà dilettantistiche affiliate A.C.  Milan. Presenti Mastalli e Crociata, accompagnati dal Responsabile del Settore Giovanile Filippo Galli.

Per vedere le foto della serata, clicca qui.

RSS
Pagina: