First Team

NELLA FOTO: L'esultanza della squadra

UNA PROVA DI CARATTERE


Il Milan conquista i quarti di finale di Coppa Italia battendo il Novara 2-1 ai supplementari. Allegri: "Potevamo chiuderla prima ma i ragazzi sono stati bravi a soffrire e a chiudere nel migliore dei modi".

(NELLA FOTO: L'esultanza della squadra)

MILANO - Queste le interviste rilasciate dai protagonisti di Milan-Novara di Tim Cup nel post partita:

MASSIMILIANO ALLEGRI

"Pato ha un risentimento al gluteo, domani sarà valutato meglio dai medici. Domenica rigiochiamo contro il Novara, abbiamo tempo per recuperare. Mi dispiace che abbiamo dovuto giocare per 120 minuti, potevamo chiuderla prima ma i ragazzi sono stati bravi a soffrire e a chiudere nel migliore dei modi. Vincere queste partite con sofferenza serve alla squadra. Merkel ha fatto una buona partita. El Shaarawy ha fatto bene, è cresciuto molto, soprattutto negli ultimi due mesi e farà sicuramente bene. La partita ha dimostrato che abbiamo giovani di buone prospettive, ma voglio sottolineare la prova degli 'anziani' che quando c'è stato da soffrire, hanno tirato fuori carattere e tecnica.
Da stasera volevo l'approccio alla partita, la vittoria e il passaggio del turno: i raggazzi hanno dimostrato grande carattere e professionalità. Domenica bisogna essere pronti: ci sarà da soffrire su un campo che non conosciamo.
El Shaarawy rimane al Milan, ma era certo che rimanesse anche prima di questa serata.
Mesbah è un mancino con un buon piede, ma devo vederlo in allenamento per poterlo valutare al meglio. Emanuelson ha disputato una buona partita".

STHEPAN EL SHAARAWY

"Quando mi viene data l'occasione, cerco sempre di mettermi a disposizione e di dare il meglio di me, stasera credo di esserci riuscito. Io resto qui, l'hanno detto il mister e il dottor Galliani e io sono molto contento di rimanere.
E' stata una partita molto difficile, nel secondo tempo abbiamo avuto le occasioni che potevano chiuderla prima, ma noi ci abbiamo messo tutta l'intensità possibile per portare a casa la partita e l'abbiamo fatto. Era  importante qualificarsi per i quarti. Giocare con campioni come Pato e Robinho esalta le mie qualità, sono fortunato. Non ho la certezza di giocare domenica, ma io continuo ad allenarmi, poi le scelte le fa il mister. Dedico il gol alla mia famiglia e a amio fratello che vengono sempre allo stadio a sostenermi. Il gol l'ho fatto col "canalone" (il tiro a incrociare) come lo chiamano i miei compagni, spero di farne altri".

TAG >

Photogallery

DNA MILAN