First Team

NELLA FOTO: La stanchezza di Kevin Prince Boateng nel finale di gara

NON SFATIAMO IL TABU'


Ancora un risultato negativo per i rossoneri dopo la sosta delle Nazionali di Settembre. Questa volta è l'Atalanta ad uscire da San Siro con il bottino pieno.

(NELLA FOTO: La stanchezza di Kevin Prince Boateng nel finale di gara)

MILANO - Il Milan non riesce a sfatare il tabù degli ultimi anni e non riesce a superare lo scoglio della gara al rientro dalla sosta di settembre. L'Atalanta ha la meglio infatti i rossoneri per 1-0, decisivo Cigarini.

Il Milan si schiera con De Jong, Ambrosini ed Emanuelson a centrocampo, Pazzini ed El Shaarawy in attacco con alle spalle Boateng. E proprio Boateng tenta la prima conclusione dalla distanza al 5', palla fuori. All'8' ancora Kevin Prince Boateng in area tenta di superare Raimondi che lo tocca sul piede d'appoggio. Il numero 10 del Milan cade, ma per Orsato non ci sono gli estremi per il calcio di rigore. Il Milan mantiene il controllo del gioco ed esercita una pressione costante ai danni della formazione ospite, ma non trova la via del gol. Al 20' è l'Atalanta a creare la prima grande occasione: un errore in disimpegno dei rossoneri lancia il contropiede dell'Atalanta, ma il tiro di Denis, complice anche la decisiva deviazione di Acerbi, si stampa sul palo. Il primo vero tiro del Milan verso la porta dell'Atalanta arriva al 28' con El Shaarawy, che riceve palla al limite dopo una bella iniziativa di Emanuelson; il faraone conclude di destro, ma Consigli si distende e respinge. Buono poi il riflesso dell'estremo difensore ospite che respinge il tocco ravvicinato di Bellini. Al 31' Ambrosini recupera palla sulla trequarti, si porta al limite dell'area e conclude di sinistro, Consigli non respinge alla perfezione, ma Pazzini non riesce ad impattare bene il pallone e la sfera termina a lato. Al 35' Maxi Moralez tenta la conclusione da un angolo difficile, ma Abbiati è attento e respinge con i pugni. Al 39' buona idea di Boateng che lancia El Shaarawy nello spazio. Il numero 92 tenta l'1 contro 1 con Manfredini che ne rallenta la corsa e l'azione si spegne. Un minuto dopo è lo stesso Boateng a ricevere palla in area, spalle alla porta: si gira e tenta un tiro-cross potente che si spegne a lato. Al 44' gran guizzo di El Shaarawy che tenta la grandissima conclusione al volo di prima intenzione dalla lunga distanza; Consigli blocca in due tempi. E' l'ultima emozione di un primo tempo giocato con buona intensità da entrambe le squadre.

Nel secondo tempo le due formazioni non cambiano. Al 7' il Milan ci prova con un buon cros tagliato di Antonini dalla sinistra, ma Boateng non trova la palla per poco. Sul ribaltamento di fronte Brivio tenta la conclusione a giro, ma Abbiati respinge con i pugni. Al 9' esce Ambrosini, non in perfette condizioni fisiche ed entra al suo posto Nocerino. Minuto 11: grande iniziativa di El Shaarawy che si accentra dalla sinistra, supera due avversari e lascia partire un destro potente, ma troppo centrale che Consigli respinge. I rossoneri continuano a tentare la conclusione dalla distanza. Al 18' ci prova ancora Boateng di sinistro, palla a lato. Sull'azione seguente l'Atalanta trova il gol del vantaggio con Cigarini che di sinistro conclude di prima intenzione su appoggio do Denis e batte Abbiati. Il Milan risponde subito al 24': Emanuelson mette in mezzo un pallone tagliato molto insidioso, ma per un soffio, ne Boateng ne De jong trovano la conclusione vincente. Ancora grande occasione per il Milan con Abate che crossa dalla destra, ma Pazzini non trova l'impatto con il pallone. Mister Allegri sostituisce El Shaarawy ed inserisce Bojan. Al 30' cross dalla sinistra di Antonini che Nocerino, da buona posizione, non riesce a girare in porta. Al 33' ci prova ancora Boateng dal limite, conclusione a lato. Ultimo cambio per il Milan con Emanuelson che lascia spazio a Constant. Al 38' l'Atalanta ha l'occasione per chiudere la partita, ma Moralez trova la grande deviazione in angolo di Abbiati. I cinque minuti di recupero si aprono con una conclusione da fuori area di Bojan, blocca Consigli. Nei restanti quattro minuti finali però il forcing del Milan non porta risultati.

TAG >

Photogallery

DNA MILAN