First Team

NELLA FOTO: Mister Allegri incita la squadra

UN PASSETTO IN AVANTI


Mister Allegri è contento di quanto fatto dai ragazzi: "E' mancato il gol, ma è stato fatto un passetto in vanati".

(NELLA FOTO: Mister Allegri incita la squadra )

MILANO - Queste le dichiarazioni rilasciate dai protagonisti di Milan-Anderlecht al termine del match:

MISTER MASSIMILIANO ALLEGRI

"Dispiace di non aver vinto per i ragazzi che hanno fatto il massimo dal punto di vista psicologico e fisico e in questo momento non è facile. Nel primo tempo abbiamo sbagliato molto tecnicamente ma nel secondo tempo abbiamo trovato quattro occasioni da gol, certo servono le reti per vincere le partite ma abbiamo fatto un passetto in avanti e sono contento per quanto hanno fatto i ragazzi.
La panchina è fondamentale perchè lo è stata quando abbiamo vinto lo scudetto e invece l'anno scorso nelle ultime partite dalla panchina è arrivato pochino. Con la Samp abbiamo subito gol nell'unico loro tiro così come l'Atalanta ha fatto gol su uno dei due tiri in porta, quindi è normale che verso i minuti finali ci sia un po' di paura che entri un gol degli avversari.
Il rientro di Montoliovo, Pato e Robinho sgraveranno alciuni giocatori a cui chiedo altro. A Udinese sarà una partita difficile, noi dovremo fare le cose semplici. Montolivo credo sarà disponibile e poi i ricambi serviranno perchè oltre di energie fisiche in questo momento c'è grande dispendio di energie mentali per le quali ci vuole più tempo per recuperare".

MAURO TASSOTTI

"La squadra ha dato tutto quello che aveva e i tifosi sono stati bravi. L'Anderlecht aveva sempre giocato diversamente, si è adattato a noi, creandoci qualche problema nella fase iniziale. Abbiamo cercato di ricompattare il centrocampo perché siamo sempre convinti che facendo bene la fase difensiva ne guadagna anche l'offensiva. Abbiamo avuto grandi ocacsioni ma la partita si è conclusa con un pari. I giocatori con più qualità tecniche sono fuori e in questo gruppo pesa, se l'anno scorso eravamo ricchi di tecnica ora lo siamo un po' meno e in questo momento a questo gruppo pesa. Credo che qualcosa possiamo fare, qualche aggiustamento lo si potrà fare al modulo. Con l'ingresso di El shaarawy e il cambio di modulo è migliorata la fluidità del gioco. Noi crediamo di aver avuto un po' fortuna a Bologna e di non averne avuto con Atalnata e Sampdoria, ma i tre punti che abbiamo sono quelli che meritiamo, potevano arrivare da tre pareggi. Ora affrontiamo l'Udinese vedremo chi giocherà in Europa League e come staranno domenica, non è facile dopo una partita il giovedì. Pazzini è alle prime partite, Mexes non aveva mai giocato se non con la Primavera e ha fatto una buona partita contro un avversario temibile.
Sapevamo di dover stare cauti con in cambi.
De Sciglio è un ragazzo davvero interessante e fa progressi, si prende delle responsabilità grandi per un ragazzo della sua età e non è facile giocare nel Milan in questo momento, si sta misurando in un momento difficile e lo sta facendo bene".



KEVIN PRINCE BOATENG

"Nello spogliatoio è tutto tranquillo. C'è qualità, per questo noi crediamo in questa squadra. A volte ci è mancata un po' di fortuna in zona gol, ma crediamo di poter vincere la prossima partita. E' naturale che i tifosi siano arrabbiati, noi possiamo fare meglio. Io per primo. Non sono al cento per cento, vedremo di migliorare partita dopo partita".

MATHIEU FLAMINI

"La cosa positiva stasera è che non abbiamo preso gol e abbiamo creato molte occasioni. Ora dobbiamo andare avanti. I fischi fanno parte del gioco, quando gioca il Milan ci si apsetta che vinca tutte le partite, ora dobbiamo pensare alla sfida importante di domenica contro l'Udinese. Oggi abbiamo trovato l'equilibrio giusto, non abbiamo trovato il gol, ma non ne abbiamo presi e dobbiamo continuare a lavorare duro e il gol arriverà.
Il mister ha detto di non abbassare la testa e di continuare a lavoarre. Per noi certo era importante trovare una vittoria in casa davanti ai nostri tifosi, ma arriverà. Sono contento per Ibra e Thiago perché sono due amici, sappiamo che sono andati via due campioni, sono contento che abbiano segnato un gol".

STEPHAN EL SHAARAWY

"
Non riesce ad arrivare il gol in casa, ma continuiamo a creare occasioni. Dobbiamo continuare su questa strada, perché é quella giusta. La rete arriverà, dobbiamo solo pensare a lavorare per la prossima partita. Mi fa molto piacere l'affetto dei tifosi, avverto fiducia da parte di tutti. Io sto crescendo, cercando di mettermi a disposizione della squadra. La Nazionale mi ha fatto bene, mi è servita molto: le prime due partite non erano state delle migliori. Nelle ultime due prestazioni sono migliorato, anche se la vittoria di squadra non è arrivata. L'anno scorso fu una serata speciale a Udine, spero di ripetermi. Per noi ora i tre punti sarebbero importantissimi. C'è rammarico e dispiacere, sappiamo che non è un buon momento per noi ma dobbiamo reagire. Siamo un gruppo compatto e unito, in grado di superare le difficoltà. I tifosi devono averwe fiducia in noi e la squadra deve essere consapevole dei propri mezzi. Cercheremo i tre punti già a Udine".

MATTIA DE SCIGLIO

"Sono sempre pronto e a disposizione del mister, con una gara ogni tre giorni c'è spazio per tutti. Non aver preso gol è un dato positivo, nelle gare in cui si cerca di segnare a volte è facile subire un gol. Non è accaduto ed è già un passo avanti. I complimenti fanno sempre piacere, però ora questa gara è finita e dobbiamo pensare a fare bene domenica. Ora entro in campo con più tranquillità, eravamo carichi e abbiamo dato il massimo come al solito. Non è arrivato il gol, dobbiamo solo lavorare duro. Non dobbiamo demoralizzarci, ma darci la carica per dare qualcosa in più. C'è stata anche un po' di sfortuna. Dobbiamo andare a Udine consapevoli di essere una grande squadra nonostante gli ultimi risultati. Servirà giocare con cattiveria per portare a casa il risultato".

TAG >

Photogallery