17 ottobre 2010

E ORA CONCENTRAZIONE REAL!

Per il Milan, contro il Chievo, arriva la terza vittoria consecutiva in campionato. A San Siro segna una doppietta Pato e Robinho realizza la sua prima rete in rossonero . Ora la testa va sul Real Madrid.

MILANO - Dopo la sosta per le nazionali si torna al calcio giocato anche in Italia. Le prime a scendere in campo sono Milan e Chievo. Orario anomalo per il Milan, quello delle 18.00 e il riscontro sugli spalti è piuttosto evidente. Purtroppo.
Per la prima volta Massimiliano Allegri si trova con tutta la rosa disponibile nel giorno della viglia, poi le convocazioni hanno escluso qualcuno, come Ambrosini, che potrà essere chiamato in causa per Madrid.
In campo, dal primo minuto, il mister conferma il capitano azzurro Zambrotta: è il segno di un buon momento di forma da parte dell'esterno, poi pochi cambi rispetto alle ultime uscite. Confermato anche Ronaldinho trequartista, dietro a Pato e Ibrahimovic.

Il primo quarto d'ora trascorre con il Milan che fa possesso palla, che resta nella metà campo avversaria, ma senza creare grandi e importanti opportunità. Un paio di lanci di Pirlo e Seedorf cercano di trovare sulla corsa Pato e Ibra, ma le azioni non si chiudono.
Subito dopo i primi 15 minuti, al 18', si sblocca il risultato. L'azione del Milan parte da Seedorf, che mette in movimento Antonini; l'esterno guadagna campo palla al piede, scarica sulla trequarti sinistra a Ibra, il quale mette in area con il mancino un pallone preciso e morbido; Pato si coordina, guarda la porta e in mezza rovesciata, al volo, calcia magnificamente sul secondo palo: Sorrentino è battuto, è l'1-0!
La risposta dei clivensi, la prima della partita, si vede al 24', con una conclusione da lontano di Constant. Abbiati para a terra.
Un super Abbiati, poi,lo ritroviamo 4 minuti più tardi, perchè ancora con un'incursione a sinistra il Chievo va al tiro dalla corta distanza, ancora con Constant. E Christian risponde da campione prima con le mani, d'istinto e poi con  il piede mette ancora in angolo.
Per mettere a posto le cose ci pensano ancora la coppia Ibra-Pato: al 30' c'è il 2-0. Punizione battuta a sorpresa dal numero 11, con l'esterno e in verticale; difesa gialloblu sorpresa e Pato si trova in area davanti a Sorrentino; per il Papero è un gioco da ragazzi battere il portiere avversario incolpevole. Tutto più tranquillo.
Prima della fine del tempo, in contropiede, i rossoneri sfiorano due volte il terzo gol. Nel primo caso Ibra recupera palla sulla propria trequarti, la cede a Dinho che prende campo velocemente, a 20 metri dalla porta avversaria il brasiliano serve ancora Ibra, che cerca un delizioso pallonetto, ma Sorrentino non si fa sorprendere; la seconda opportunità capita ancora a Pato che punta palla al piede l'avversario, partendo da sinistra, e in corsa calcia a girare, ma è bravo ancora Sorrentino a deviare.

Il secondo tempo inizia con un dubbio per Abbiati, che al termine del primo tempo avverte il medico di un dolore all'adduttore. Christian resta in campo.
Nel primo quarto d'ora le due squadre cercano chi di accorciare le distanze, vedi il Chievo, chi di chiudere definitivamente il conto, vedi il Milan. Su tutti, per i rossoneri, si è avvicinato al gol Ibrahimovic.
Ma il momento più delicato la panchina del Milan lo vive al 17', quando per infortunio è costretto ad uscire Thiago Silva. Il brasiliano risente, apparentemente, di una distorsione alla caviglia. Al suo posto Bonera.
Purtroppo al 20' viene fermato Antonini per fuorigioco, in caso diverso Luca si sarebbe ritrovato davanti al portiere indisturbato, sull'assist di Ronaldinho.
Trascorrono 3 minuti e sugli sviluppi di un corner Bogliacino sfiora il gol, colpendo la palla di testa e schiacciandola a terra.
Pato-Robinho, al 24', è il secondo cambio di Allegri. Altro corner Chievo e questa volta gli ospiti accorciano le distanze: angolo dalla destra e la deviazione sfortunata, decisiva, è di Ibrahimovic. Nulla da fare per Abbiati che vede la palla infilarsi sul secondo palo.
Poco prima della mezz'ora Fernandes calcia in diagonale dal limite dell'area e sfiora il palo alla destra di Abbiati. Non trascorrono nemmeno 60 secondi e Pellissier viene fermato, giustamente, in fuorigioco. ma il Milan soffre.
Per evitare altre sofferenze e per arginare l'offensiva clivense Allegri inserisce al 73' Boateng al posto di Seedorf.
A 10 minuti dalla fine Pirlo mette morbido al centro dell'area di rigore per Ibra; lo svedese, spalle girate alla porta, appoggia a Ronaldinho che di prima calcia di controbalzo, ma è centrale e Sorrentino dice "no".
Nel finale si accendono un pò gli animi, per la tensione, ma tutto resta nei termini della correttezza.
I minuti di recupero, alla fine, sono 4. Il Milan controlla, il Chievo prova a spingere ma subisce la terza rete... Assist magnifico e preciso di Ronaldinho, sulla corsa di Robinho. Il brasiliano controlla, evita Sorrentino e deposita la palla in rete da posizione defilata.
E' l'ultimo atto della terza vittoria consecutiva del Milan in campionato.

Selezionate per te

Prima Squadra  

UDINESE-MILAN 1-1, PARI E RAMMARICO

<p>Non basta un gioiello di Suso, nella ripresa rosso a Calabria e poi pareggio fortunato dei bianconeri</p>

Prima Squadra  

UDINESE-MILAN: LE FORMAZIONI UFFICIALI

<p>Andr&eacute; Silva titolare, Abate a destra e Calabria a sinistra per i rossoneri di Rino Gattuso</p>

Prima Squadra  

UDINESE-MILAN: I CONVOCATI

<p>Ecco i&nbsp;23 rossoneri scelti da Mister Gattuso per la 23&deg; giornata di campionato</p>

Condividi il tuo tifo e la tua passione per il Milan