29 gennaio 2011

IL CUORE OLTRE L'OSTACOLO

Le difficoltà del match, gli infortuni, l'inferiorità numerica per l'espulsione di Mark Van Bommel: partita davvero dura per i rossoneri a Catania ma con un grande cuore il Milan porta a casa tre punti pesantissimi, grazie alla premiata ditta Robinho-Ibrahimovic. Il brasiliano porta in vantaggio i suoi con l'ottavo gol stagionale e lo svedese chiude il match con il suo diciottesimo centro. Che numeri quelli di Ibra: 13 gol in campionato, 4 in Champions e uno in Coppa Italia. Quarta vittoria consecutiva per i milanisti.

MILANO - Pesantissima vittoria del Milan a Catania: la squadra rossonera espugna il 'Massimino', in dieci contro undici, giocando praticamente tutto il secondo tempo in inferiorità numerica. Contro la squadra tosta e determinata di Simeone, la formazione milanista porta a casa tre punti importantissimi grazie al gol di Robinho e al raddoppio di Ibrahimovic. Scambio di 'favori' tra i due giocatori: la punizione di Ibra, respinta da Andujar, viene ribattuta in rete da Robinho, e l'assist del brasiliano diventa oro per il 2-0 dello svedese. Qualche numero: Ibra sale a quota 18 gol stagionali, 13 in campionato (in 13 gare diverse), 4 in Champions League e uno in Coppa Italia. Robinho è invece a quota 8, di cui 7 in serie A e uno in Coppa Italia. Quarta vittoria consecutiva per il Milan, che si aggiunge ai due successi di Tim Cup contro Bari e Sampdoria e a quello di campionato in casa contro il Cesena.

IL RACCONTO
Il Milan schiera un 4-3-1-2, con Bonera sulla destra al posto dell'infortunato Abate, Merkel a centrocampo, con Van Bommel davanti alla difesa, e Robinho trequartista, alle spalle di Ibrahimovic e Cassano. Simeone schiera Gomez con Mascara e punta sul suo miglior marcatore, Maxi Lopez.
La partita è bella fin dalle prime battute, i ritmi sono alti e serrati, come il pressing del Catania che mette in difficoltà i rossoneri. In realtà il Milan parte benissimo e dopo venti secondi ha già una buona opportunità con Robinho, il cui tiro viene parato da Andujar. Poi cresce il Catania che in pochi minuti costruisce tre potenziali occasioni. La prima al 4' con Gomez che va via a Merkel e dà un bel pallone a Capuano, la conclusione del difensore viene però deviata. Segue l'azione di Maxi Lopez che al 6' entra in area e crossa ma libera Yepes, e ancora al 13' quando l'argentino cerca e trova libero Ledesma che di destro conclude fuori.
Il leit motiv della gara cambia dopo i primi 15 minuti: la squadra rossazzurra diventa più prudente e quella rossonera ha maggiori difficoltà nella manovra e nelle ripartenze. Al 22' Ibra di testa porta Cassano al tiro, ma la mira del talento rossonero è troppo alta. Al 39' se ne va lo svedese sulla sinistra, evitando di tirare ma cercando il passaggio per il meglio piazzato Merkel, Augustyn mette in angolo. La palla migliore capita sui piedi di Cassano al 43': Ibra lo pesca non marcato nei pressi di Andujar, il giocatore ci prova trovando l'opposizione del bravo portiere etneo. 

Il primo ingresso, in avvio di ripresa, è quello di Emanuelson per Merkel. Il Milan prova a mettere pressione ai siciliani prima con Cassano e poi con un tiro altissimo di Ibrahimovic, ma alla monovra rossonera manca sempre l'acuto finale. Dopo 8' la squadra milanista resta in dieci: secondo cartellino giallo per Van Bommel, espulso.
Cinque minuti dopo essere rimasto in inferiorità numerica il Milan passa in vantaggio: punizione di Ibrahimovic, Andujar respinge e non trattiene, Robinho è in agguato e segna il suo settimo gol in campionato e ottavo stagionale.
Passato in vantaggio, Allegri, in dieci uomini, si copre, inserendo Oddo per Cassano, con Bonera che va a fare il centrale e Thiago Silva che avanza davanti alla difesa insieme ad Ambrosini. I minuti successivi al gol sono un mezzo assedio della formazione di Simeone che spinge molto ma spaventa Abbiati solo in due momenti: al 29' con Ricchiuti, subentrato ad Augustyn, che spara alto da ottima posizione, e al 31' con il colpo di testa che sfiora l'incrocio dei pali di Pesce. In mezzo, al 29', il Milan perde il suo capitano che, infortunato (è sempre più emergenza a centrocampo), lascia a Jankulovski. 
Al 34', nonostante tutto e nonostante la stanchezza, Ibra ha ancora la forza di far salire la squadra e impegnare seriamente, con il suo tiro, Andujar. Il tentativo dello svedese è seguito da quello di Emanuelson ma anche in questo caso la palla è del portiere siciliano che chiude in due tempi. Dopo il break milanista riecco il Catania: tiro dalla distanza di Gomez. Al 39' il Milan chiude la partita: assist di Robinho e rete di Ibrahimovic!!! Rossoneri a 47 punti in classifica.


 IL TABELLINO

CATANIA-MILAN 0-2 (0-0)
Marcatori:
13'st Robinho, 39'st Ibra

CATANIA: Andujar; Augustyn (20'st Ricchiuti), Silvestre, Spolli, Capuano; Carboni (45' Pesce); Ledesma, Sciacca (37'st Morimoto), Gomez, Mascara; Maxi Lopez.  
A disposizione: Kosicky, Marchese, Pesce, Ricchiuti, Martinho, Cuomo, Morimoto.
Allenatore: Simeone

MILAN: Abbiati; Bonera, Yepes, Thiago Silva, Antonini; Ambrosini (29'st Jankulovski), Van Bommel, Merkel (1'st Emanuelson); Robinho; Ibrahimovic, Cassano (14'st Oddo).
A disposizone: Roma, Oddo, Sokratis, Jankulovski, Calvano, Robinho, Pato.
Allenatore: Allegri

Arbitro: Tagliavento (Terni) - Romagnoli, Nicoletti/Morganti
Ammoniti: Merkel (M), Spolli (C), Yepes (M), Ambrosini (M), Mascara (C)
Espulso: 8'st Van Bommel per doppia ammonizione
Recupero: 2'pt, 3'st

Selezionate per te

Prima Squadra  

UDINESE-MILAN 1-1, PARI E RAMMARICO

<p>Non basta un gioiello di Suso, nella ripresa rosso a Calabria e poi pareggio fortunato dei bianconeri</p>

Prima Squadra  

UDINESE-MILAN: LE FORMAZIONI UFFICIALI

<p>Andr&eacute; Silva titolare, Abate a destra e Calabria a sinistra per i rossoneri di Rino Gattuso</p>

Prima Squadra  

UDINESE-MILAN: I CONVOCATI

<p>Ecco i&nbsp;23 rossoneri scelti da Mister Gattuso per la 23&deg; giornata di campionato</p>

Condividi il tuo tifo e la tua passione per il Milan