10 settembre 2004

MILAN-LIVORNO 2-2




Il Milan inizia il campionato 2004-2005 con un pareggio in casa contro il Livorno. La gara per i rossoneri era cominciata bene, con il gran gol di Clarence Seedorf dopo due minuti dal fischio d’inizio della gara. Poi al 7’ l’episodio che ha cambiato la partita: Dida atterra Vigiani, per Pieri è calcio di rigore ed espulsione diretta. Se il penalty ci sta, è tutto da dimostrare che Dida fosse ultimo uomo e che Stam non potesse recuperare su Vigiani che si era allungato il pallone. Giocare in dieci uomini per quasi l’intera durata del match non ha certo facilitato le cose per i rossoneri che, subito il pareggio di Lucarelli appunto su rigore, hanno trovato la forza di reagire. Nuovo vantaggio firmato Seedorf, nuova pareggio da parte di Lucarelli. Una gara che la squadra ha giocato bene, ma che purtroppo non ha portato i tanti sperati tre punti. L’occasione per il pronto riscatto tra tre giorni in Ucraina.

Per l’esordio a San Siro Carlo Ancelotti si affida a Dida tra i pali, consueta difesa a quattro con Cafu a destra, Stam, Maldini centrali e Pancaro sulla sinistra. Per il difensore calabrese si tratta di un ritorno in campo, dopo l’operazione alla caviglia sinistra avvenuta l’11 maggio. A centrocampo Ambrosini presiede la zona destra del campo, Seedorf quella sinistra e Rui Costa al centro davanti alla difesa, nel ruolo di playmaker. In attacco coppia Shevchenko e Tomasson, alle loro spalle Kakà. Buone notizie per Filippo Inzaghi: il numero 9 rossonero va in panchina e anche per lui si tratta di un ritorno dopo cinque mesi lontano dal campo. A fianco di Ancelotti siedono anche Sandro Nesta, Andrea Pirlo e Rino Gattuso dopo il doppio impegno con la nazionale italiana per le qualificazioni al Mondiale 2006 e in vista del debutto in Champions di martedì 14 settembre contro lo Shakhtar.
Franco Colomba, tecnico del Livorno, risponde con un 3-5-2, con un centrocampo folto con lo scopo di imbrigliare la manovra rossonera, e un attacco di esperienza con Cristiano Lucarelli e Igor Protti. Il Milan parte subito bene, trovando dopo soli due minuti il gol del vantaggio, un gol bellissimo firmato Clarence Seedorf. L’olandese riceve palla al limite dell’area, salta due avversari e poi di destro infila Amelia.
La gioia dei rossoneri si spegne poco dopo. Il Livorno al 7’ ottiene infatti un calcio di rigore e il rosso per Dida, espulso dall’arbitro Pieri per fallo da ultimo uomo. Ancelotti ‘sacrifica’ quindi Tomasson e manda in campo Abbiati. Si incarica del penalty Lucarelli, Abbiati intuisce ma per poco non ci arriva (9’pt).
E’ tutto da rifare per il Milan. Sheva al 18’pt prova a segnare il secondo gol con una bellissima punizione che sfiora il palo alla destra di Amelia. Ma subito dopo sono ancora i milanisti a tremare: Pfertzel conclude dalla distanza di potenza, Abbiati compie un vero e proprio miracolo togliendo la palla dall’incrocio dei pali.
Il Milan, in dieci uomini, tiene in mano le redini del gioco, ma non riesce a trovare il colpo giusto. Al 31’pt la grande occasione capita sui piedi di Kakà: il bambino d’oro lavora un buon pallone sulla destra, poi conclude bene a rete. Amelia non trattiene, ma Sheva, in agguato, non riesce nel tapin vincente.
Replica Seedorf al 36’pt con un’altra conclusione dalla distanza non trattenuta da Amelia, Sheva però non riesce ancora ad intervenire.
Il forcing rossonero prosegue con un altro bel destro di Kakà, che conclude al volo, ma la palla sfiora solo il palo.
Si salva ancora il portiere del Livorno prima al 42’pt quando devia un bellissimo tiro a girare di Rui Costa, poi un paio di minuti dopo quando vede uscire alla sua destra un rasoterra di Sheva lanciato in contropiede da Cafu.
Prima dello scadere dei primi 45 minuti è ancora bravo Abbiati a bloccare con sicurezza a terra un tiro da fuori di Vidigal.

La ripresa inizia con le stesse formazioni per entrambe le squadre. E con lo stesso avvio di gara da parte di Seedorf, che dopo due minuti, proprio come era successo nel primo tempo, riporta il Milan in vantaggio. Scambio al limite dell’area con Kakà e conclusione che supera Amelia.
I rossoneri trovano così il cercato e meritato secondo gol. Due minuti dopo è ancora decisivo Abbiati, quando si supera distendendosi sulla sua sinistra su un efficace e preciso colpo di testa di Lucarelli. Si ripete poi il portiere milanese quando al 14’st devia quanto basta la conclusione dalla distanza di Vigiani. Il Livorno spera, considerato anche che il Milan è in dieci uomini, portandosi con più costanza in zona rete e al 22’st trova nuovamente il pareggio. Il gol è di Lucarelli, che sorprende il Milan con un calcio di punizione che si infila alla destra di Abbiati. I rossoneri reagiscono con un’azione sulla destra di Cafu al 24’st, il brasiliano arriva bene sul fondo e mette al centro, ma Amelia interviene anticipando Sheva. Ancelotti decide così di cambiare, inserendo Serginho al posto di Pancaro e Gattuso al posto di Rui Costa. Al 30’st resta e terra Abbiati, colpito da un oggetto lanciato dai tifosi del Livorno, poi il portiere fortunatamente si riprende. Il Livorno segna ancora con Lucarelli al 42’st, ma l’arbitro Pieri aveva fermato precedentemente il gioco. Prima della fine della gara è Ambrosini a sfiorare il gol, ma la sua girata termina alta. Al Milan non bastano neanche i sei minuti di recupero, finisce 2-2.


MILAN-LIVORNO 2-2 (1-1)
Marcatori: 2’pt Seedorf (M), 9’pt Lucarelli su rigore (L), 2’st Seedorf (M), 22’st Lucarelli (L) MILAN: Dida (espulso al 7’pt); Cafu, Stam, Maldini, Pancaro (26’st Serginho), Rui Costa (26’st Gattuso), Seedorf; Kakà, Shevchenko, Tomasson (8’pt Abbiati)
A disposizione: Abbiati, Kaladze, Nesta, Gattuso, Serginho, Inzaghi, Brocchi
Allenatore: Ancelotti

LIVORNO: Amelia; Grandoni, Vargas, Lucarelli A.; Pfertzel, Vidigal, Passoni, Vigiani (39’st Ruotolo), Giallombardo (32’st Balleri); Protti (44’st Colombo), Lucarelli C.
A disposizione: Mareggini, Melara, Gambadori, Grauso, Balleri, Colombo, Ruotolo
Allenatore: Colomba

Arbitro: Pieri
Ammoniti: 12’pt Giallombardo (L), 26’pt Amelia (L), 45’pt Lucarelli A. (L)
Espulso: Dida all’8’pt, 45’st Balleri (L) Recupero: 3’pt, 6’st


Selezionate per te

Archive 2005-2010  

OXFAM: SFIDO LA FAME

<p>In collaborazione con Lega Serie A, AIA e FIGC: SMS 45509. Sabato 7 e domenica 8 maggio 2016, in occasione della 37ma giornata, torna sui campi della Serie A TIM la campagna di raccolta fondi di Oxfam Italia Sfido la Fame.</p>

Archive 2005-2010  

SCENDI IN CAMPO CON McVITIE'S

<p>L'iniziativa a San Siro per 3 partite: Milan-Inter, Milan-Lazio e Milan-Juventus.</p>

Archive 2005-2010  

IN CAMPO CONTRO IL DISAGIO

<p>Milano, ActionAid e Fondazione Milan&nbsp;in campo contro disagio ed esclusione <br />con il sostegno di&nbsp; Fondazione Adecco. &ldquo;Lavoro di Squadra&rdquo; riparte da Gratosoglio con un nuovo servizio di orientamento&nbsp; professionale</p>

Condividi il tuo tifo e la tua passione per il Milan