Archive 2005-2010

GEORGIANO E ROSSONERO


Ieri la partenza per la Georgia dopo l'incontro di lunedì con la Società al termine del quale "Kala" Kaladze ha ribadito la sua fedeltà ai colori rossoneri fino al 2011 - LE PAROLE DI KALADZE -

MILANO - E' partito ieri mattina per la Georgia sereno. Kaladze è fra i rossoneri convocati per le prossime gare verso Euro 2008. Ecco intanto le dichiarazioni di lunedì del campione georgiano ai microfoni di Milan Channel: "Con la Società abbiamo chiarito tutto, sono contento e voglio dire a tutti i tifosi, a tutti quello che mi amano e amano il Milan che sarò un giocatore rossonero fino al 2011. Ho un contratto e io rispetto tutte le regole di questa squadra. Riguardo alle mie dichiarazioni dopo la finale, non volevo certo esprimere il desiderio di andarmene. Oggi ho incontrato il dottor Galliani, Leonardo e Braida, abbiamo chiarito un po' di cose, abbiamo parlato: rimango qua fino al 2011".

In realtà non sussistevano dubbi: "Ho sempre detto d'avere un buonissimo rapporto con la Società, l'allenatore e la squadra. Il Milan mi ha dato tanti trofei: due volte la Champions League, scudetto, Super Coppa e ora speriamo anche la Coppa Intercontinentale. Ho sempre avuto un buonissimo rapporto e questo rapporto continuerà. Certo, ci sono altre squadre forti ma gli ultimi cinque anni hanno visto protagonista solo il Milan, questo vuol dire che abbiamo una grandissima famiglia. L'ho sempre detto: il segreto del Milan è avere un grandissimo spogliatoio, una grandissima Società".

Sul suo ruolo: "Farò tutto il possibile per confermarmi. Quest'anno ho avuto tantissimi problemi ma nelle partite decisive ho sempre giocato. L'allenatore e la Società credono in me, siamo contenti. Comunque io non ho rilasciato dichiarazioni contro la Società, avevo solo un po' di cose da chiarire: adesso è tutto a posto".

Sulla partita perfetta di San Siro contro il Manchester: "Con gli amici scherzo dicendo che quella con il Manchester è stata la finale per me. Ad Atene abbiamo vinto la Coppa ma quella con il Manchester è stata una partita perfetta, non solo per il risultato ma soprattutto per l'alto livello di gioco espresso".

Ora la Georgia poi Carlo Ancelotti tiene molto al fatto che possiate godervi delle belle vacanze: "Domani partirò con la Nazionale, ho da giocare due partite poi finalmente è ora di vacanze. Tornerò sano e pronto ad altre vittorie, ad altri trofei con il Milan. In conclusione ci tengo a ribadire che avevo solo un po' di cose da chiarire, ci siamo confrontati e alla fine ci siamo abbracciati. Questo vuol dire che il Milan è una grandissima Società. Ci tengo inoltre a ringraziare il Presidente Berlusconi, il dottor Galliani, Braida, Leonardo, il mister Ancelotti, la squadra perché siamo tutti uniti, una grande famiglia".

DNA MILAN