6 maggio 2019

MILAN-BOLOGNA: LE DICHIARAZIONI

Queste le parole dei protagonisti dopo il fischio finale di Milan-Bologna

Mister Gattuso, dopo il 2-1 sul Bologna a San Siro, ha parlato ai microfoni di Milan TV commentando il ritorno al successo della sua squadra. Sempre in esclusiva al nostro canale tematico, poi, sono intervenuti anche Ignazio Abate, capitano di serata, e Jose Mauri, assist-man per il gol del vantaggio di Suso. 

SULLA PRESTAZIONE
"Questa gara mi è sembrata Milan-SPAL, vinta a dicembre. Oggi in campo ho visto tante cose scolastiche, la palla pesava dopo i cinque giorni di ritiro però la squadra ci ha messo voglia, rabbia e carattere. Va bene così, abbiamo fatto il nostro".

IL TIFO DI SAN SIRO
"Mi aspettavo un San Siro pronto a fischiare, invece lo stadio ha applaudito e spinto i ragazzi per tutta la partita. Onore ai nostri tifosi, temevo un ambiente diverso".

IL MALINTESO CON BAKAYOKO
"Gli ho detto di entrare ma ha impiegato otto minuti per allacciarsi le scarpe e prepararsi. Sinceramente oggi la priorità era solo il Milan e tutti i componenti di questa società. Per come la vedo io i panni si lavano in casa, quindi domani ci guarderemo negli occhi a Milanello e ci diremo le cose in faccia come piace a entrambi. La priorità va al gruppo, quindi complimenti a chi ha lottato in campo".

GLI ULTIMI MESI
"Dopo il Derby ci siamo fatti male a livello umano, non solo calcistico. Per settimane si è parlato solo del gruppo e di quello che era successo. Stiamo regalando troppo sotto questo aspetto. A Gazidis e Leonardo avevo già detto che in passato avevo deciso di sorvolare su alcune cose che non mi erano piaciute, perché non volevo rompere l'equilibrio che si era creato nello spogliatoio. Allo stesso tempo avevo avvertito che al primo errore avrebbero pagato tutti. Credo fortemente in quello che dico e sono stato coerente".

IL VALORE DELLA SQUADRA
"Nonostante tutto siamo ancora lì, con tutti i difetti che abbiamo. Perché ci sono dei valori e dei giocatori giovani con enormi margini di miglioramento. Stiamo facendo cose importanti".

GUARDA: TUTTE LE IMMAGINI DI MILAN BOLOGNA

LE PAROLE DI JOSE MAURI

Non è facile entrare in corso in una partita così, ma è andata bene. Non abbiamo giocato benissimo ma abbiamo messo in campo tanta voglia, si è vista una squadra in grado di soffrire. Nella prestazione c'è stato il sacrificio di tutti. Il ritiro ci è servito per riflettere, ognuno deve capire il proprio ruolo all'interno dello spogliatoio. Dalla panchina esce gente come Abate che è sempre sul pezzo, Zapata che lavora ogni giorno, Borini che non molla mai. Personalmente cerco di farmi trovare sempre pronto, lavoro ogni giorno anche quando magari non gioco. Adesso voglio godermi questa vittoria. Ci meritiamo la Champions League e daremo tutto per ottenerla. 

LEGGI: TUTTI I NUMERI DEL MATCH

LE PAROLE DI IGNAZIO ABATE

Sono contento dei tre punti e del nostro atteggiamento positivo in campo. Ora dobbiamo pensare alla partita di Firenze, che per noi sarà un'altra battaglia. Tutti cerchiamo di metterci sempre a disposizione del gruppo e dell'allenatore, poi è lui a fare le giuste valutazioni. In settimana Mister Gattuso ha preso la decisione del ritiro e ha fatto bene. Ci ha aiutato stare insieme e guardarci tutti negli occhi. Anche io, come lui, credo poco nei ritiri ma in questo caso ci serviva. Dobbiamo raddrizzare la situazione e raggiungere il nostro obiettivo. Adesso non possiamo più sbagliare.

LEGGI: IL REPORT DI MILAN-BOLOGNA

 

Sono disponibili le maglie PUMA per la stagione 2018/19! Visita lo Store online AC Milan!

Selezionate per te

Intervista  

GANZ: "GRANDE REAZIONE E VOGLIA DI VINCERE"

<p>A Milan TV, dopo il 4-1 all'Orobica, anche le parole di Hovland e Salvatori Rinaldi</p>

Intervista  

MILAN-INTER: I COMMENTI DA SAN SIRO

<p>Le parole di Mister Giampaolo e Biglia dopo il Derby</p>

Intervista  

GIAMPAOLO: "SERVE UN GRANDE DERBY"

<p>Alla vigilia del Derby il Mister ha parlato in conferenza stampa da Milanello</p>

PRIMA SQUADRA

BIGLIETTI

Condividi il tuo tifo e la tua passione per il Milan