Milan Lab

CHE COS’È MILANLAB

MilanLab è il Centro di ricerca scientifica interdisciplinare ad alto contenuto tecnologico di proprietà dell’AC Milan. Il Laboratorio ha sede all’interno del Centro Sportivo Milanello ed è operativamente attivo dal Marzo 2002. MilanLab agisce come supporto tecnologico al processo decisionale finalizzato alla gestione ottimale del benessere della singola persona. Scienza e tecnologia, know how aziendale ed esperienze individuali sono coniugate in modo innovativo per realizzare un approccio sistemico ai diversi aspetti che concorrono al benessere.

LA VISIONE

MilanLab fornisce informazioni per la gestione del futuro avvalendosi dei dati raccolti nel corso degli anni passati. La progettualità di MilanLab basa infatti il proprio progresso metodologico sul logico, coerente, regolare e costante immagazzinamento dei dati. Ciò permette al sistema di analisi di creare e alimentare il proprio metodo, identificando gli algoritmi che sovrintendono e regolano il benessere della persona. Relativamente a ogni singolo soggetto il Lab è quindi in grado di definire attraverso i numeri la sua storia unica e non duplicabile. Ognuno ha e vive una storia esclusivamente personale: il punto di forza di MilanLab risiede pertanto nell’individuazione di questa unicità. Il monitoraggio regolare e sistematico dei vari elementi che concorrono al benessere della persona è di conseguenza decisivo.

LA MISSIONE E LA METODOLOGIA DI LAVORO

La mission di MilanLab è di ottimizzare gli sforzi del soggetto che desidera raggiungere obiettivi sportivi e/o di benessere predefiniti. Il Laboratorio struttura il proprio protocollo di lavoro attraverso l’analisi approfondita sulla persona allo stato attuale. Dalla prima analisi effettuata viene poi stabilito un percorso di lavoro che ha l’obiettivo di condurre il soggetto al suo livello massimo di benessere e/o performance attraverso follow up finalizzati a monitorare cambiamenti e apportarne conseguentemente i corretti adeguamenti. Il cuore del progetto è il circuito dei test che è oggetto di continue evoluzioni e modifiche, dipendentemente dall’avanzare della tecnologia e dall’expertise. Tale circuito è in grado di acquisire i dati del soggetto permettendo di conoscerne l’attuale condizione di benessere. L’analisi effettuata poggia le proprie basi su tre livelli di acquisizione: il nostro stato di salute può essere messo in relazione con l equilibrio di tre fattori base, che possiamo equiparare ai lati di un triangolo equilatero. Un lato corrispondente alla condizione strutturale, un altro riassume gli aspetti biochimici, il terzo è il lato della condizione psicologica. Se uno qualsiasi dei lati del triangolo equilatero si indebolisce ne seguirà uno squilibrio complessivo e quindi lo stato di benessere ne risulterà in qualche modo compromesso. Alla base di MilanLab domina infatti una visione della salute intesa come stato di totale benessere fisico, sociale e mentale che dipende dall’equilibrio fra i tre principali livelli funzionali sopra citati. Ognuno di questi livelli - nell’organizzazione di MilanLab - è rappresentato da un’area di intervento. Se ne trae così la carta d’identità numerica dello stato attuale del soggetto analizzato. Un sistema di knowledge management consente poi di distribuire le informazioni circa le condizioni di ogni soggetto, quindi identificare quale tipi di elementi debbano essere evidenziati e quali interventi messi in atto al fine di mantenere il più alto livello di benessere. Ogni elemento, ogni attività del soggetto (dall’anagrafica allo stile di vita, dall’alimentazione alle abitudini quotidiane) contribuiscono all’arricchimento del suo personale database, così come a quello dell’intero sistema di MilanLab. Questo meccanismo consente al Laboratorio una costante elaborazione delle cause e degli effetti stabilendone le relative correlazioni e permettendo di rendere evidenti e oggettivi i motivi per i quali gli eventi positivi e negativi si manifestano.

MILANLAB PER ACMILAN

MilanLab finalizzato alla salute del calciatore studia e identifica le linee guida relative alla gestione ottimale degli atleti. La prevenzione e l’approccio sistemico rappresentano i principi cardine sui quali poggia le proprie basi il MilanLab. Alla prevenzione, intesa come serie di azioni poste in essere al fine di cautelarsi da un male futuro, si affianca l’approccio sistemico che fa riferimento a un concetto largamente accettato, emergente anche nella definizione di salute dell’Organizzazione Mondiale della Sanità: “la salute è uno stato di totale benessere fisico, mentale e sociale e non la mera assenza di malattia o infermità”. Secondo questa visione una società, una squadra di calcio, una persona, un atleta, sono singoli “sistemi integrati”, composti da diversi sottosistemi la cui interazione ed efficienza determinano l’equilibrio complessivo. Il rendimento globale è dato quindi dall’integrazione degli specifici sottosistemi che lo compongono. Consegue dall’approccio sistemico, la natura interdisciplinare del progetto di ricerca di MilanLab, che richiede di coniugare conoscenze di diverse discipline: le scienze motorie, le scienze biochimiche e biomeccaniche, la psicologia, le scienze cognitive, la chiropratica, le neuroscienze, l’information technology, sistemi di analisi complessi (reti neurali, business intelligence). Prima di MilanLab non esisteva alcuna spiegazione a una serie di eventi frequenti nei calciatori che potesse giustificare gli eventi stessi. Attraverso lo studio dei cambiamenti della “norma” di ogni singolo individuo, invece, si hanno oggi informazioni che permettono di creare conoscenza; un “know how” trasmissibile e da condividere con tutti gli esperti che lavorano con e per il soggetto analizzato.

MILANLAB PER LA PRIMA SQUADRA

MilanLab nasce con l’obiettivo di ottimizzare i risultati della Squadra fungendo da supporto tecnologico al processo decisionale dello Staff atletico, medico e tecnico e del management della Società nella gestione delle risorse umane. Attivo dal 2002, fortemente voluto dalla Società, - MilanLab fonda le sue basi su un concetto semplice ma strategico che ne ispira l’intera metodologia: il benessere. L’integrità psicofisica dei campioni è il patrimonio più prezioso di una società di calcio: da ciò dipendono il rendimento sul campo della squadra e il successo sportivo ed economico del Club. E’ pertanto decisivo monitorare, misurare e controllare in modo sistematico e rigoroso i vari elementi che concorrono al benessere dell’atleta, il quale è sottoposto a forti sollecitazioni durante la stagione calcistica, sia nelle fasi di competizione più intense, sia nel corso degli allenamenti e delle fasi di recupero. Missione di MilanLab è ottimizzare i risultati della squadra attraverso un sistema di information technology, che consente di vedere in ogni momento le condizioni psicofisiche di ogni singolo calciatore e della squadra nel suo complesso. Lo scopo è quindi identificare quali tipi di elementi debbano essere evidenziati e quali interventi messi in atto al fine di mettere in condizione l’atleta di ottenere il massimo della prestazione. In questo modo MilanLab contribuisce all’implementazione del know how aziendale e offre un prezioso sostegno al processo decisionale. Alla salute e al benessere dell’atleta corrispondono anche una migliore capacità di sfruttare appieno il proprio potenziale e una maggiore prontezza ad adattarsi ai ritmi delle competizioni e degli allenamenti. Il metodo di ricerca applicato da MilanLab consiste in una costante e continua misurazione dei dati delle singole aree, nella loro integrazione, nella messa a punto di protocolli specifici per mantenere o ripristinare l’equilibrio e quindi l’efficienza del sistema. Al fine di ottenere risultati significativi è dunque stato necessario creare un sistema capace di raccogliere ed elaborare un elevato numero di informazioni. Il sistema di raccolta ed elaborazione dei dati avviene per mezzo di una specifica tecnologia capace di “apprendere” attraverso l’elaborazione dei dati “memorizzati”, in relazione all’esito della performance, al profilo di eccellenza del singolo atleta e ai suoi infortuni o cali di forma. Lo scopo è riuscire a determinare e isolare i fattori che concorrono in modo sistematico al verificarsi di particolari “eventi a rischio” per il calciatore, e quindi poter intervenire alla luce di previsioni affidabili e controllabili.

MILAN LAB PER IL SETTORE GIOVANILE

Oggi sono 11 le Squadre del Settore Giovanile (dalla categoria “Pulcini” alla “Primavera”) composte da oltre 250 ragazzi di età compresa tra i 10 e il 18 anni. Il Settore Giovanile del Milan è una delle più importanti realtà a livello di calcio giovanile in Italia e nel mondo. L’importanza del progetto legato ai giovani risiede nella volontà, da parte del Club, di formare calciatori e uomini, sviluppando nei ragazzi sia le componenti tecniche sia quelle morali. A partire dalla stagione 2006/2007 lo Staff di MilanLab si dedica anche al Settore Giovanile seguendo la preparazione e lo sviluppo fisico dei ragazzi. La crescita dei ragazzi è monitorata attraverso test periodici che ci forniscono informazioni relative al loro benessere. Oltre a ciò i dati raccolti sono funzionali alla ricerca di un modello che fornisce al Club parametri numerici oggettivi utili alle attività di scouting.

MILAN LAB E IL PROGETTO MILAN JUNIOR

La collaborazione tra MilanLab e Milan Junior si colloca nell’ambito della strategia e volontà di applicazione delle metodologie del Lab a tutti i livelli del Club. L’intervento del Lab si colloca quale importante contributo innovativo alle attività di Milan Junior, sia relativamente all’attività di scouting sia nel controllo del benessere dei giovani. A partire dalla stagione 2010-2011, MilanLab entra strategicamente nel mondo delle Scuole Calcio Milan con un progetto “integrato” è finalizzato a valorizzare ulteriormente le Scuole rossonere italiane capillarmente distribuite su tutto il territorio. Il know-how maturato da MilanLab con la Prima Squadra viene ora messo a disposizione delle Scuole Calcio al fine di garantire uno standard qualitativo e l’eccellenza del progetto. E’ stata così appositamente predisposta una squadra di specialisti che aiuta quotidianamente le singole società (si prospetta il raggiungimento di 100 unità su territorio italiano entro il 2011) nello sviluppo del proprio lavoro. Nello specifico è nato “MilanLab per il progetto Milan Junior”, un kit comprensivo di una serie di strumenti di misurazione e di un computer. Il kit consente la raccolta dei dati su diversi livelli (misure e indici in ambito cinematico, dinamico, energetico, ecc..) e la conseguente rielaborazione dei medesimi da parte dello Staff di MilanLab. I dati immagazzinati dal nuovo kit vengono utilizzati in diversi ambiti:
• Consentono l’ampliamento della base dei dati raccolti e analizzati;
• Consentono un approfondimento delle informazioni sui potenziali calciatori che il Club potrà in seguito tesserare, favorendo così l’attività di scouting effettuata attraverso le Scuole Calcio;
• Consentono di monitorare lo stato di benessere del giovani atleti, attraverso le informazioni. Le indicazioni scientifiche e oggettive elaborate da MilanLab attraverso la lettura dei dati raccontano come la persistenza di alcuni comportamenti potenzialmente negativi e pericolosi possano arrecare in futuro danni alla salute dei giovani calciatori.

DNA MILAN