REGOLAMENTI STADIO

REGOLAMENTO D’USO DELLO STADIO

L’accesso e la permanenza nell’area dello Stadio comportano l’accettazione da parte dello spettatore di questo Regolamento e delle normative emanate dalla FIFA, dalla UEFA, dalla Lega Calcio, dall’Autorità di Pubblica Sicurezza.

NORME DI COMPORTAMENTO

  • • Chiunque accede all’interno dello stadio è tenuto al rispetto del presente regolamento;
  • • il possesso del titolo di accesso ed il rispetto del presente regolamento sono condizioni per l’ingresso e la permanenza nell’impianto; l’inosservanza dello stesso comporta l’immediata risoluzione del contratto di prestazione, con il conseguente allontanamento dall’impianto del contravventore, nonché l’applicazione di una sanzione amministrativa pecuniaria da 100 a 500 euro. Qualora il contravventore risulti già sanzionato nella stessa stagione sportiva, anche in un impianto diverso, per la medesima violazione del regolamento d’uso, la sanzione potrà essere aumentata sino alla metà del massimo e potrà essere comminato il divieto di accesso alle manifestazioni sportive;
  • • l’ingresso, di norma, deve avvenire attraverso il cancello indicato sulla ricevuta di acquisto o sui pannelli luminosi posti in prossimità dell’accesso;
  • • il titolo di accesso allo stadio è personale e non può essere ceduto a terzi, salvo i casi e secondo le modalità previste dalla normativa in materia e dalla società organizzatrice dell’evento;
  • • allo spettatore che acquisti il titolo di accesso in violazione delle procedure per la separazione dei sostenitori delle squadre, potrà essere inibito l’accesso nello stadio. La società organizzatrice dell’evento potrà procedere, altresì, al suo allontanamento dallo stadio ove la rilevazione della violazione abbia luogo dopo l’avvenuto accesso;
  • • per l’accesso all’impianto è richiesto il possesso di un documento d’identità valido, da esibire ai varchi di prefiltraggio contestualmente al titolo di accesso, onde consentire agli addetti al controllo di verificare la corrispondenza tra l’intestatario (o legittimo cessionario) del titolo di accesso e l’effettivo utilizzatore;
  • • il titolo di accesso va esibito in qualsiasi momento a richiesta degli stewards e, comunque, conservato fino all’uscita dallo stadio;
  • • lo spettatore ha il diritto/dovere di occupare il posto assegnato e, pertanto, con l’acquisto del titolo di accesso si impegna a non occupare posti differenti, seppur non utilizzati da altri soggetti, salvo espressa autorizzazione della società che organizza l’evento;
  • • lo spettatore può essere sottoposto, anche da parte degli stewards ed a mezzo di metaldetector, a controlli finalizzati ad evitare l’introduzione di materiali illeciti, proibiti e/o pericolosi ed è tenuto a seguire le indicazioni fornite dagli stewards.
  • • L’accesso alle aree hospitality è disciplinato dal regolamento esposto in prossimità degli accessi ed all’interno delle sale stesse;
  • • La società può rifiutare l’ingresso allo stadio, anche in occasione di incontri successivi, alle persone che violino il presente regolamento d’uso;
  • • Le coreografie possono essere proposte e realizzate, nel rispetto delle disposizioni di legge e delle determinazioni assunte in sede di GOS, soltanto nell’ambito di singoli settori dello stadio e solo ad iniziativa di soggetti o gruppi che occupino storicamente o abitualmente o per consuetudine tali settori, impegnandosi alla completa gestione di tutte le attività connesse. L’eventuale allestimento di particolari coreografie interessanti una pluralità di settori dello stadio resta di esclusiva pertinenza della società sportiva organizzatrice dell’evento, che sottoporrà la proposta alla valutazione del GOS e, dopo l’approvazione, ne darà informazione al pubblico anche attraverso il proprio sito ufficiale.

All'interno dell'impianto sportivo e dell'area riservata esterna

È vietato:

  • • introdurre o detenere armi da sparo o da fuoco, materiale esplosivo, artifizi pirotecnici, fumogeni, torce illuminanti, pietre, coltelli o altri oggetti da punta o taglio, strumenti atti ad offendere o idonei ad essere lanciati, strumenti sonori (tamburi, trombe, strumenti musicali di qualsiasi genere), megafoni ed altri sistemi di emissione od amplificazione del suono, strumenti per l’emissione di raggi luminosi concentrati (puntatori laser e simili) ed altri oggetti che possano costituire pericolo per l’incolumità dei soggetti presenti nell’impianto, arrecare disturbo ovvero compromettere lo svolgimento regolare delle competizioni sportive;
  • • introdurre bevande alcooliche di qualsiasi gradazione;
  • • introdurre o detenere sostanze stupefacenti, veleni, sostanze nocive, materiale infiammabile, vernici od altro materiale imbrattante;
  • • accedere e trattenersi in stato di ebbrezza o sotto l’effetto di sostanze stupefacenti o psicotrope;
  • • introdurre o vendere all’interno dell’impianto sportivo bevande contenute in lattine od in bottiglie di vetro o di plastica;
  • • introdurre animali di qualsiasi genere;
  • • introdurre pettorine od indumenti di colore e foggia uguale o simile a quelli degli stewards e degli altri addetti ai servizi;
  • • introdurre bandiere dotate di doppia asta;
  • • introdurre ed esporre striscioni, cartelli, stendardi orizzontali, banderuole, documenti, disegni, materiale stampato o scritto, diversi da quelli esplicitamente autorizzati dal GOS (Gruppo Operativo Sicurezza) su richiesta della società sportiva organizzatrice dell’evento, alla quale gli interessati devono preventivamente rivolgersi e far pervenire l’apposita prescritta documentazione; gli stessi, ove autorizzati, non potranno comunque essere esposti in spazi diversi da quelli indicati dalla società sportiva e dovranno essere rimossi al termine della manifestazione;
  • • allestire coreografie non autorizzate ovvero difformi da quelle autorizzate, previa verifica dei prescritti requisiti, dal GOS (Gruppo Operativo Sicurezza) su richiesta della società sportiva organizzatrice dell’evento, alla quale gli interessati devono preventivamente rivolgersi e far pervenire l’apposita prescritta documentazione;
  • • introdurre ed esporre striscioni, cartelli, stendardi orizzontali, banderuole, documenti, disegni od altro materiale stampato o scritto, contenenti propaganda a dottrine politiche ideologiche o religiose, o asserzioni o concetti che incitino alla violenza, all’odio razziale, etnico o religioso o comunque offensivi o che si ritenga possano compromettere od ostacolare il regolare svolgimento delle competizioni sportive;
  • • esporre materiale che ostacoli la visibilità agli altri spettatori o interferisca con la segnaletica di emergenza o che, comunque, sia di ostacolo alle vie di fuga verso le uscite o verso il terreno di giuoco;
  • • porre in essere atti arbitrari o aggressivi nei confronti degli stewards e/o del personale addetto al controllo ed alla sicurezza;
  • • esternare, anche con cori o esposizioni di scritte, qualsiasi forma di discriminazione razziale, etnica o religiosa, ovvero porre in essere altre manifestazioni di intolleranza;
  • • effettuare qualsiasi forma di propaganda, di qualsivoglia genere ed in qualunque modo che non sia stata preventivamente autorizzata, per iscritto, dalla società organizzatrice dell’evento;
  • • svolgere qualsiasi genere di attività commerciale che non sia stata preventivamente autorizzata, per iscritto, dalla società organizzatrice dell’evento;
  • • tenere comportamenti che possono arrecare danni agli altri spettatori;
  • • danneggiare o manomettere in qualsiasi modo strutture, infrastrutture e servizi dell’impianto;
  • • arrampicarsi su balaustre, parapetti, divisori ed altre strutture non destinate alla permanenza del pubblico;
  • • stazionare sulle scalinate, sui percorsi di accesso e di esodo e su ogni altra via di fuga;
  • • introdurre, senza il preventivo assenso degli stewards addetti al filtraggio, cinture con fibbie metalliche di rilevanti dimensioni, ombrelli, stampelle ed altri accessori od ausili; gli stewards, in presenza di elementi che facciano fondatamente ritenere possibile la destinazione ad usi impropri di tali oggetti e strumenti, potranno denegare l’assenso. L’accesso di carrozzine per disabili, nonché di passeggini e carrozzine per infanti può avvenire solo attraverso l’ingresso appositamente dedicato.

AVVERTENZE

  • • Si evidenzia che i seguenti comportamenti, oltre ad essere passibili di sanzione amministrativa in quanto costituenti violazione del presente regolamento, integrano anche fattispecie di reato:
    • - travisamento;
    • - possesso di armi proprie ed improprie;
    • - ostentazione di emblemi o simboli di associazioni che diffondano la discriminazione o la violenza per motivi razziali, etnici, nazionali o religiosi;
    • - incitazione alla violenza nel corso di competizioni agonistiche;
    • - possesso, lancio e utilizzo di materiale pericoloso ed artifici pirotecnici;
    • - scavalcamento di separatori;
    • - invasione di campo.
  • • All’interno ed all’esterno dello stadio è attivo un sistema di video-sorveglianza. Tutte le immagini registrate verranno poste a disposizione dell’Autorità Giudiziaria e di Pubblica Sicurezza. I dati sono trattati secondo le disposizioni previste dal D. Lgs 196/2003 e dal D.M. 6 giugno 2005;
  • • I dati personali degli acquirenti e degli eventuali cessionari dei titoli di accesso sono trattati ai fini e con le modalità previste dalla legge e dal contratto di acquisto dei titoli medesimi.

REGOLAMENTO PER L’USO DELLE TESSERE DI SERVIZIO



Regolamento per l’uso delle tessere di servizio

Al fine di garantire il mantenimento delle condizioni di sicurezza all’interno dello stadio, l’applicazione del disposto delle leggi n. 401/1989; 377/2001, 88/2003 e 41/2007 in materia di sicurezza negli stadi, nonché l’applicazione della vigente normativa tributaria in materia di biglietti di servizio, l’uso dei pass di servizio è soggetto alle seguenti norme.

  1. I pass sono numerati. I possessori dei pass potranno accedere allo stadio solo da cancello dedicato.
  2. All’ingresso i possessori dei pass dovranno accettare di farsi identificare dal personale di servizio mediante l'esibizione di un documento di identità. In caso di rifiuto, non sarà consentito l’accesso allo stadio.
  3. Dal momento dell’identificazione del portatore, ogni pass sarà nominativamente abbinato al suo possessore e non potrà essere utilizzato da altra persona.
  4. I possessori dei pass avranno accesso solo alle aree indicate nei pass medesimi e solo per ragioni di servizio;
  5. I possessori dei pass dovranno accettare di farsi identificare in qualsiasi momento dal personale di servizio mediante l’esibizione di un documento di identità. Il rifiuto di sottoporsi all’identificazione, l’uso di un pass assegnato ad altra persona o l’uso del pass per ragioni diversa da quelle di servizio o, infine, l’accesso ad aree non consentite, comporterà l’immediato accompagnamento all’uscita del possessore del pass, che potrà essere segnalato all’Autorità di Pubblica Sicurezza per gli accertamenti del caso. A tal fine si rammenta che ai sensi dell'art. 1-septies, comma 2, decreto-legge 24 febbraio 2003, n. 28, come modificato dalla legge 41/2007 “Chiunque …entra negli impianti in violazione del rispettivo regolamento d'uso, ovvero vi si trattiene .. è punito con la sanzione amministrativa pecuniaria da 100 a 500 euro… contravventore possono essere applicati il divieto e le prescrizioni di cui all'art. 6 della legge 13 dicembre 1989, n. 401, per una durata non inferiore a tre mesi e non superiore a due anni.”.
  6. Ai sensi dell’art. 1 quinquies legge 24 aprile 2003 n. 88 l’accesso indebito negli impianti sportivi con capienza superiore a 10.000 persone è punito con la sanzione amministrativa pecuniaria da Euro 103 a Euro 516 e che ai sensi dell’art. 6 bis comma 2 legge 13 dicembre 1989 n. 401, chiunque superi indebitamente una recinzione o separazione di un impianto sportivo è punibile con l’arresto fino a sei mesi.

Informativa riguardo al trattamento dei dati personali

Il trattamento dei dati personali (dati anagrafici, azienda per la quale è prestato il servizio, dati riguardanti la posizione lavorativa) dei possessori dei pass è eseguito solo per le seguenti finalità:

  • impedire accessi abusivi mediante l’impiego di pass di servizio in adempimento sia alle norme in materia a di sicurezza, sia alle norme tributarie in materia di emissione di biglietti di servizio e, in particolare, la Circolare n. 165 del 07.09.00 Ministero delle Finanze, Dipartimento Entrate, Direzione centrale Affari giuridici e Contenzioso Tributario, che impone l’obbligo di identificare nominativamente i possessori di tessere di servizio;
  • eseguire le obbligazioni derivanti dal contratto intercorrente tra l’organizzatore della manifestazione e gli operatori dei servizi o dei contratto collegati stipulati tra questi ultimi e i loro dipendenti, appaltatori, collaboratori.

I dati di cui sopra possono essere portati a conoscenza o comunque conosciuti di soggetti terzi, quali l’Autorità di PS, società terze addette a servizi di controllo accessi, sorveglianza o stewarding, società che svolgono servizi informatici in relazione alle attività di controllo accessi.


Tale trattamento è eseguito solo per il tempo strettamente necessario al conseguimento delle finalità sopra indicate. I dati non saranno diffusi o comunicati a terzi, fatta salva legittima richiesta degli organi competenti. Per tali motivi, ai sensi dell’art. 24 D.lgs. 30 giugno 2003 n. 196, il trattamento può avere luogo anche senza il consenso degli interessati. I titolari del trattamento sono Milan Entertainment s.r.l e A.C. Milan S.p.A. , con sede in Milano, via Aldo Rossi, 8 dove è possibile esercitare i diritti di cui all’art 7. del D.Lgs. 196/03, quali ad esempio il diritto di conoscere, aggiornare, rettificare, cancellare tutti i suoi dati da Lei conferiti, scrivendo a privacy@acmilan.it. Scrivendo a tale indirizzo, sarà possibile richiedere l’elenco dei responsabili al trattamento dei dati personali.


DNA MILAN