Caricamento...
conferenza-stampa25 ottobre 2021

PIOLI: "CON IL TORINO CI SARÀ DA BATTAGLIARE"

Le parole del Mister alla vigilia del turno infrasettimanale contro il Torino

Cinque vittorie consecutive in campionato, con l'ultimo successo a Bologna a tenere alto il morale: il Milan vuole innestare la sesta, e l'occasione è quella del turno infrasettimanale a San Siro contro il Torino di Ivan Jurić. Mister Stefano Pioli ha incontrato i giornalisti a Milanello in conferenza stampa per presentare la sfida in programma domani sera alle 20.45. 

I GOL SUBITI
"Dobbiamo essere più attenti e compatti, comunicare meglio. Per vincere è importante subire pochi gol, ci vuole maggiore attenzione in fase difensiva già a partire da domani".

LA CLASSIFICA E LA SERIE A
"È troppo presto per parlarne, 9 giornate su 38 sono poche. Giusto che i tifosi siano orgogliosi della squadra, però adesso pensiamo alla partita con il Torino e poi alla Roma. Siamo forti, siamo competitivi e ce la possiamo giocare, ma le partite di ieri confermano che gli avversari sono molto forti, a livello tattico e fisico. Le nostre avversarie sono di alto livello e ciò significa che dovremo mantenere un livello alto di prestazioni con continuità". 

IBRA E GIROUD
"Sono state due partite particolari, abbiamo sfruttato la fisicità e la presenza di Olivier e di Zlatan. Nessuno dei due è al 100% ma è importante che mettano continuità nelle prestazioni e negli allenamenti, perché entrambi stanno più giocando che allenandosi". 

I CAMPANELLI D'ALLARME
"Non siamo stati all'altezza con il Porto, abbiamo favorito gli altri con un atteggiamento non da noi. Nelle altre partite abbiamo incontrato difficoltà che sono normali nel nostro campionato, esistono anche gli avversari. Si può sempre far meglio, lo sappiamo, e analizziamo sempre le partite soffermandoci sulla prestazione e non solo sul risultato".

IL TEMA ARBITRALE
"La base deve essere quella di considerare gli arbitri sempre in buona fede. A me interessa l'uniformità delle decisioni all'interno della stessa partita, poi non possiamo continuare a discutere, dobbiamo accettare le loro scelte perché sono cose che non possiamo controllare".

GLI INFORTUNATI E I RECUPERI
"Se Theo si allena con la squadra, come credo, sarà della partita, non credo dall'inizio ma a gara in corso. Kessie sta bene ed è disponibile".

IL MOMENTO DI TĂTĂRUŞANU
"Ciprian sta crescendo, sta facendo buone prestazioni e ha la nostra fiducia. Nessun dubbio sulla sua presenza". 

QUATTRO IMPEGNI DIFFICILI
"I periodi saranno tutti così fino a dicembre, il calendario è fitto con tanti impegni di alto livello. Il Torino è una squadra molto forte che sta giocando bene, Jurić sta facendo un grande lavoro come a Verona e sarà difficile. Mi aspetto il Torino battagliero e propositivo visto in tutte le partite precedenti. Sappiamo cosa aspettarci, è un collettivo forte e che sta bene: ci sarà da giocare bene dal punto di vista tecnico, non dovremo dare punti di riferimento perché il Torino viene quasi a prenderti a uomo, gioca un calcio simile al Verona".

LA CRESCITA DI POBEGA
"Tommaso sta facendo molto bene al Torino, ha le caratteristiche adatte per Jurić, sta continuando il suo percorso di crescita, che è in continuo sviluppo". 

LO STEP CHE MANCA
"Siamo in alto da tanto tempo ma ci serva ancora maggiore continuità per evitare i pochi passi falsi. Dobbiamo imparare a vincere le partite sporche, quelle in cui non giochi bene e sei in difficoltà".


È aperta la vendita per le sfide a San Siro contro Torino, Porto, Inter e Liverpool: acquista ora il biglietto!

Condividi su:

Ultime news

I nostri partner