CHAMPIONS LEAGUE 2006/07

Stadio Olimpico Spyros Louis di Atene, 23 maggio 2007

Chi l’avrebbe mai detto… Come non bastasse Istanbul, il Milan era finito anche nel tritacarne di Calciopoli con due conseguenze: otto punti di penalizzazione in campionato, una preparazione sommaria e una Champions League conquistata solo a fine agosto dopo due partite contro una Stella Rossa che a livello di condizione era più avanti dei rossoneri. A novembre, il Milan era nella colonna di destra della classifica di Serie A e con diversi titolarissimi infortunati. I primi germogli positivi, però, di vedono a gennaio: una buona campagna acquisti con Ronaldo, Oddo e Storari e i continui progressi della spalla di Nesta che, dopo l'operazione, è andato a curarsi al caldo di Miami.

Il mese dopo inizia la grande cavalcata rossonera. il Milan innesta la marcia giusta superando (0-0 e 1-0 a San Siro) il Celtic Glasgow negli Ottavi di finale. Eliminato il Bayern Monaco (2-2 a San Siro firmato Pirlo e Kaká e 2-0 all'Allianz Arena con reti di Seedorf e Inzaghi), i rossoneri approdano alle Semifinali di Champions per la terza stagione consecutiva (quarta Semifinale nelle ultime cinque stagioni). Qui, il Milan supera il Manchester United che, dopo avere avuto la meglio nella gara d'andata all'Old Trafford (3-2), viene nettamente sconfitto per 3-0 a San Siro nella "Partita Perfetta". Quindi Atene, dove a differenza della Finale di Istanbul di due anni prima, questa volta a vincere è il Milan, che batte per 2-1 il Liverpool al termine di una partita equilibrata. Per Paolo Maldini è la sua quinta Coppa dei Campioni, la settima per il Club rossonero.

Caricamento...
Condividi su:

I nostri partner