champions-league28 settembre 2021

RIGORE AL 97', L'ATLÉTICO MADRID PASSA A SAN SIRO

Rossoneri in dieci per oltre un'ora, gli spagnoli rimontano negli ultimi dieci minuti e vincono 1-2

Un ritorno a San Siro che, nonostante il risultato, deve rendere orgogliosi tutti i rossoneri. Contro l'Atlético Madrid il Milan domina per mezz'ora in parità numerica, resta in dieci uomini per il rosso a Kessie, resiste agli sterili attacchi dei Colchoneros fino all'84', minuto del pareggio di Griezmann. Nel recupero, Çakır fischia un rigore per fallo di mano di Kalulu e dal dischetto Suárez ci condanna a una sconfitta immeritata.

Resta negli occhi la grande prestazione dei ragazzi di Pioli, prima dominanti e poi coraggiosi nel resistere agli assalti dell'Atlético. Il risultato finale però ci fa male e ci punisce oltre ogni nostro demerito. Le indicazioni positive da cui ripartire sono tante: domenica sera si tornerà in campo per un'altra sfida ad altissima tensione contro l'Atalanta, a Bergamo alle 20.45. Senza paura, proprio come stasera, incanalando questa rabbia nel modo giusto. 

GUARDA: LA GALLERY DI MILAN-ATLÉTICO

LA CRONACA

I primi venti minuti di partita sono un assolo rossonero. La formazione di Pioli parte convinta e riesce spesso a far male all'Atlético: al 17' Brahim si libera e calcia di sinistro da 25 metri, centrale. Poi la grande chance per Rebić, lanciato in contropiede da Díaz, ma si supera Oblak sul diagonale del croato. Sull'angolo seguente, ecco il vantaggio: Brahim danza sul pallone a centro area e serve Leão, che controlla e calcia rasoterra. Nulla da fare per Oblak, al 20' siamo in vantaggio. L'abbrivio rossonero però si arresta al 29', quando un fiscale Çakır estrae il secondo giallo per Kessie, che lascia in dieci i rossoneri. La squadra non si abbatte e al 38' colpisce una traversa clamorosa ancora con Leão, che in rovesciata dal limite sorprende tutti ma non trova la gioia del gol. Nell'unico minuto di recupero della prima frazione, occasionissima per gli ospiti con una girata volante di Suárez, di poco fuori. 

I Colchoneros approcciano la ripresa cercando di chiudere il Milan nella metà campo difensiva: al 54' Suárez salta di testa tra Calabria e Saelemeakers e mette fuori di pochissimo. Simeone inserisce tutti gli attaccanti a disposizione, Pioli inevitabilmente si copre togliendo Leão e Brahim per Ballo-Touré e Giroud. Gli spagnoli sono in costante proiezione offensiva e vanno nuovamente al tiro al 77' con un sinistro di Lemar da lontano, parato da Maignan. Dopo una mezz'ora in trincea, il Milan si rivede in avanti con una grande percussione di Theo, che non trova però la combinazione finale con Giroud. All'84' il pareggio ospite con Griezmann, che gira al volo un cross di Lodi. Un minuto più tardi torniamo a essere pericolosi con un destro al volo di Florenzi, fuori di poco. Nel finale, la beffa: Çakır fischia un tocco di mano di Kalulu in area, rigore per gli ospiti che Suárez trasforma. Finisce qui.

 IL TABELLINO

MILAN-ATLÉTICO MADRID 1-2

MILAN (4-2-3-1): Maignan; Calabria, Tomori, Romagnoli, Hernández; Bennacer (36'st Florenzi), Kessie; Saelemaekers (36'st Kalulu), Díaz (12'st Ballo-Touré), Leão (12'st Giroud); Rebić (34' Tonali). A disp.: Jungdal, Tătărușanu; Gabbia; Maldini. All.: Pioli.

ATLÉTICO MADRID (4-4-2): Oblak; Trippier (40' João Félix), Felipe, Giménez, Hermoso (1'st Lodi); Llorente, Koke (16'st Griezmann), Kongodbia (19'st Lemar), Carrasco (1'st de Paul); Suárez, Correa. A disp.: Christian, Lecomte; Camus, Vrsaljko; Herrera; Cunha. All.: Simeone.

Arbitro: Cüneyt Çakır (TUR).
Gol: 20' Leão (M), 39'st Griezmann (A), 52'st rig. Suárez(A).
Ammoniti: 15' Kessie (M), 29' Rebić (M), 15'st Kondogbia (A), 24'st Hernández (M), 34'st Saelemaekers (M).
Espulso: 29' Kessie (M).


Sono disponibili le maglie PUMA per la stagione 2021/22: acquistale ora!

Condividi su:

Ultime news

I nostri partner