club22 giugno 2020

CIAO PIERO

La scomparsa di Pierino la Peste

Milanista da sempre e per sempre, Piero, Pierino per i tifosi, Prati era tornato al Milan per volontà del Paròn Rocco che l'ha richiamato a Milanello nell'estate del 1967. E lui è tornato, con la sua folta chioma da Savona. In pochi mesi si è tolto di dosso gli abiti da giovane scommessa e si è trasformato nel volto sorridente e soave di tutti i gol del Milan. Al primo anno da titolare in maglia rossonera, è diventato subito capocannoniere della Serie A con 15 gol e campione d'Italia con la maglia del suo caro, eterno, Milan. 

Da lì una escalation: Pierino per tutti, ma negli ultimi vent'anni della sua vita voleva che tutti lo chiamassero Piero, è stato decisivo nella Coppa dei Campioni vinta dal Milan nel 1969. Anche per la mitica tripletta in finale contro l'Ajax di Cruyff, ma forse soprattutto per quel gol a Glasgow, in contropiede, contro il grande Celtic. Il Milan era rimaneggiato in quel Quarto di finale di ritorno e dopo lo 0-0 dell'andata, la qualificazione era in bilico. Ma ci pensò lui, Pierino la Peste e involarsi in contropiede e a fare gol.

La notte della Bombonera, del Milan Campione del mondo per la prima volta fra gli agguati e le botte dell'Estudiantes nel 1969, prese un calcio sullo stomaco, a gioco fermo, mentre era a terra. In Italia si sparse le voci più tremende, ma Prati fu tra i primi a scendere dall'aereo con la Coppa Intercontinentale fra le mani. E con quel suo sorriso appena accennato, che ha fatto innamorare del Milan tanti, tantissimi, giovani tifosi rossoneri. 

Sempre coraggioso, sempre pronto a dare tutto per la sua maglia e per la sua squadra, non riuscì a dare come avrebbe voluto il suo contributo al Milan nella volata Scudetto 1971-72: lui prese un brutto fallo in area in un Milan-Atalanta invernale a San Siro e fu costretto a stare fuori per diversi mesi. Leggendario numero 11 del Milan, giocò con la 9 nel 1972-73, nella sua ultima stagione rossonera, prima del trasferimento alla Roma. Ma Prati è sempre stato solo Milan, volto del Milan, cuore del Milan, patrimonio del Milan. Da sempre nel mondo degli istruttori rossoneri, Pierino Prati ha onorato e illuminato la Storia rossonera.


È possibile contribuire alla raccolta fondi di Fondazione Milan a supporto della distribuzione di generi alimentari promossa dal Comune di Milano per le famiglie più deboli della città.

Condividi su:

Ultime news

I nostri partner