club25 novembre 2021

AC MILAN SOSTIENE FONDAZIONE PANGEA ONLUS PER IL FUTURO DI DIECI DONNE AFGHANE

In occasione della Giornata Internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne, il Club annuncia il proprio impegno concreto nel processo di integrazione di dieci donne rifugiate in Italia, in linea con il proprio Manifesto "RespAct"

AC Milan annuncia il proprio impegno con Fondazione Pangea Onlus sostenendo il progetto di emancipazione femminile della Onlus che, attraverso aiuti concreti, ha l'obiettivo di contrastare la discriminazione e ripristinare i diritti umani femminili.

In particolare, AC Milan sosterrà dieci donne che hanno deciso di lasciare l'Afghanistan e di ricominciare la propria vita in Italia e le accompagnerà nel loro processo di integrazione all'interno del nostro paese.

Con l'obiettivo di mantenere viva l'attenzione rispetto alla forte instabilità sociale ed economica che regna in Afghanistan, facendo leva sulla propria piattaforma globale e sulla forza del proprio brand nel mondo, il Club ha individuato in Pangea il partner ideale per dare concretamente un aiuto.

La Fondazione Onlus italiana, nata nel 2002 e da sempre impegnata nell'ambito dei diritti umani, dal 2003 opera a Kabul con il progetto "Emergenza Afghanistan" per sostenere l'emancipazione femminile sociale ed economica. In diciotto anni, più di 7 mila famiglie e oltre 60 mila bambine e bambini sono stati coinvolti in un percorso di emancipazione. Attraverso progetti di sviluppo e risorse, gli obiettivi di Pangea sono dunque volti a rendere possibile un futuro di speranza e di dignità a tutte le donne afghane.

Ivan Gazidis, CEO AC Milan, ha commentato: "Un Club globale come il Milan ha indubbiamente la responsabilità di contribuire a indirizzare un cambiamento positivo nella società. Essere un buon corporate citizen significa prendere posizione sui grandi temi sociali, ma anche e soprattutto agire. Un principio guida del nostro Manifesto RespAct, che ha ispirato l'iniziativa in collaborazione con Pangea, per contribuire a garantire un futuro più sereno a dieci giovani donne afghane e alle loro famiglie".

L'impegno rossonero, dunque, è pienamente integrato nel Manifesto RespAct dove equità sociale, uguaglianza e inclusività sono i pilastri portanti del programma del Club, secondo le direttrici di sensibilizzazione, educazione, prevenzione e collaborazione. L'obiettivo è quello di sviluppare azioni tangibili e attuare concretamente progetti per il futuro.

"AC Milan ci ha contattati ad agosto dimostrandosi molto sensibile alla crisi che stavano vivendo le donne e i bambini afghani. Ha seguito con Pangea le operazioni di evacuazione e da subito ci ha espresso il desiderio di fare qualcosa e di essere concretamente accanto alle attiviste di Pangea che hanno dovuto lasciare il proprio paese e ricominciare una nuova vita in Italia. Siamo contenti di sviluppare il progetto di integrazione e accoglienza con loro. Siamo felici di averli al nostro fianco. Siamo tutti Pangea!" ha dichiarato Luca Lo Presti, Presidente di Pangea.

Condividi su:

Ultime news

I nostri partner