serie-a04 luglio 2020

IL MILAN COMANDA ALL'OLIMPICO: 3-0

I rossoneri danno spettacolo, Lazio ko: a segno Çalhanoğlu, Ibrahimović e Rebić

Sì, il Milan espugna l'Olimpico e batte con un netto e rotondo 3-0 la Lazio. Una grande vittoria, di enorme valore, la più prestigiosa di questa stagione. Di certo è il successo più prezioso dalla ripresa del campionato, perché conquistato a domicilio della seconda della classe, che finora non aveva mai perso in casa ed era in piena lotta Scudetto. Tre gol segnati, zero subiti: una prestazione solida, di personalità e concretezza, nella quale i rossoneri si sono esaltati giocando un primo tempo impeccabile, che di fatto ha deciso la partita con i gol di Çalhanoğlu e Ibrahimović su rigore. Poi, nella ripresa, di gestione e maturità, anche la firma del solito Rebić. Non c'era modo migliore di reagire al pareggio di Ferrara, prima del doppio difficile big match ravvicinato con Juve e Napoli. Dopo la 30° giornata di Serie A il Diavolo sale a quota 46 punti, raggiungendo momentaneamente il sesto posto, in attesa di aspettare la capolista - martedì 7 luglio alle 21.45 - a San Siro. Solo applausi per una squadra che gira e per diversi singoli in spolvero. L'unica nota negativa della serata riguarda l'infortunio di Çalhanoğlu, da valutare in vista delle prossime gare.

GUARDA: LA GALLERY DI LAZIO-MILAN

LA CRONACA
La Lazio prova subito ad accelerare, accendendosi a fiammate soprattutto su calcio piazzato. I rossoneri ribattono con attenzione e personalità, poi alla prima vera opportunità colpiscono al termine di una bella e veloce azione corale: Çalhanoğlu al 23', parte defilato e dal limite scarica un destro - deviato da Parolo - che supera Strakosha. Al 32' arriverebbe anche il raddoppio ma la rete di Ibrahimović, al volo sottoporta su assist di Conti, viene annullata per fuorigioco. Zlatan si rifà nell'immediato, al 34', trasformando un rigore dopo il fallo di mano in area di Radu su cross di Saelemaekers; qualche brivido per la parata quasi decisiva del portiere avversario, ma alla fine il pallone si insacca. Nel recupero ci prova Luis Alberto, che strozza il tiro e manda a lato. Duplice fischio.
Inizio di ripresa molto vivace: al 49' Donnarumma blocca il tentativo di Correa; al 50' Strakosha il piattone di Kessie. Al 53' i biancocelesti accorcerebbero le distanze, però il gol di Lazzari viene annullato per fuorigioco. Diavolo che non si scompone, anzi al 56' Bonaventura si coordina e sfiora il palo. Tris servito lo stesso, al 59', quando Rebić viene servito al bacio dallo stesso Jack e da pochi passi la piazza all'angolino. Nel finale il Milan va due volte ad un passo dal poker, sempre con Hernández, ma Theo sbaglia due volte davanti alla porta. Triplice fischio.

IL TABELLINO

LAZIO-MILAN 0-3

LAZIO (3-5-2): Strakosha; Patric, Acerbi, Radu (10'st Vavro); Lazzari, Milinkovic-Savic (22'st D. Anderson), Leiva (46' Adekanye), Parolo, Jony (10'st Lukaku); Luis Alberto, Correa (19'st Cataldi). A disp.: Proto, Guerrieri; Armini, Bastos, Falbo, Silva; A. Anderson. All.: Inzaghi.

MILAN (4-2-3-1): G. Donnarumma; Conti (27'st Calabria), Kjær, Romagnoli, Hernández; Kessie (41'st Biglia), Bennacer; Saelemaekers, Çalhanoğlu (38' Paquetá), Bonaventura (26'st Krunić); Ibrahimović (1'st Rebić). A disp.: Begović, A. Donnarumma; Gabbia, Laxalt; Brescianini; Leão, Maldini. All.: Pioli.

Arbitro: Calvarese di Teramo.
Gol: 23' Çalhanoğlu (M), 34' rig. Ibrahimović (M), 14'st Rebić (M).
Ammoniti: 33'st Lukaku (L), 36'st Paquetá (M).


KIT gara, abbigliamento, accessori, idee regalo e molto altro: visita lo Store online AC Milan!

Condividi su:

Ultime news

I nostri partner