storia20 maggio 2022

SASSUOLO-MILAN: IL PRECEDENTE

Un Milan a trazione spagnola espugna il Mapei nel 2018

L'ultimo ostacolo, il Sassuolo. Un avversario che si è spesso rivelato ostico per i rossoneri. Al Mapei Stadium la 38ª giornata è di quelle ad alta tensione, che decidono l'intera annata. Il Milan, che in campionato è reduce da cinque vittorie consecutive, cerca la gloria contro i neroverdi di Dionisi. Una partita complicata, dicevamo, specialmente se si prendono a esempio gli ultimi due incontri tra le squadre, vinti entrambi dagli emiliani a San Siro. Non esistono mezze misure in questa giovane rivalità tra le due squadre: 8 precedenti finora al Mapei Stadium di Reggio Emilia, i primi tre in ordine cronologico tutti favorevoli ai padroni di casa, gli ultimi cinque ai rossoneri. Oggi ripercorriamo insieme l'1-4 del 30 settembre 2018.

LO SCENARIO
Anticipo serale del sabato sera, settima giornata del campionato 2018/19. Sulla panchina rossonera siede Gennaro Gattuso e il Milan, dopo 9 punti nelle prime 6 giornate, è già costretto a inseguire. Lo stesso Sassuolo, allenato da De Zerbi, è protagonista di una partenza lampo e occupa il terzo posto con 13 punti. Al calcio d'inizio, i rossoneri - in campo in maglia bianca da trasferta - si presentano con un 4-3-3 e un attacco spuntato, guidato da Castillejo e Suso, senza prime punte di ruolo. Vincere è necessario per non perdere ulteriore terreno, e la partita si avvia nei binari giusti.

DUE OCCASIONI, POI KESSIE
Nel primo tempo è da subito chiara la volontà del Milan di comandare la contesa, e le occasioni non mancano: la prima capita sul destro di Suso, che elude Rogerio con una finta e da posizione defilata colpisce in pieno l'incrocio dei pali. Il secondo avvertimento è firmato Kessie, che conclude una ripartenza con un tocco morbido a superare Consigli ma non Lirola, che sulla linea nega il vantaggio alla formazione di Gattuso. Tra l'ivoriano e il gol non si frappone più nessuno al 39': contropiede palla al piede del 79, che arriva indisturbato al limite dell'area e di sinistro incrocia per lo 0-1, meritato.

¡QUÉ VIVA ESPAÑA!
Il Milan nella ripresa non si ferma, anzi dilaga con una coppia del gol tutta spagnola. Suso, dalla sua mattonella preferita, rientra verso il centro del campo e con il mancino trova l'angolo lontano sotto il sette: siamo al 50' e il risultato è 2-0. Trascorrono dieci minuti e all'ora di gioco è Samuel Castillejo a gioire, con il suo primo gol in Serie A: il 7 riceve al limite dell'area e, da posizione leggermente decentrata verso sinistra rispetto alla lunetta, angola benissimo con il mancino a mezza altezza, battendo per la terza volta Consigli. Đuričić accorcia le distanze per i neroverdi al 68', ma i rossoneri non lasciano margine per la rimonta e, anzi, colpiscono ancora. Al 94' Suso calcia una punizione sulla barriera ma è reattivo a raccogliere la respinta e a segnare di nuovo con il mancino, approfittando di una deviazione benevola di Locatelli; per il 4-1 finale


È aperta la campagna abbonamenti AC Milan 2022/23: #UnaStoriaUnica, ti aspettiamo a San Siro!

Condividi su:

Ultime news

I nostri partner