30 luglio 2019

OP-ED: LA PRIMA SFORTUNATA TRASFERTA

Paolo visse da molto vicino la sfortunata finale dell'Olympiastadion di Monaco di Baviera, nel 1993

25 maggio 1993. Verso le 22.00 mi arriva una telefonata da un collega: "Ti interessa ancora un biglietto per domani sera"?
Era un mese che lo cercavo, ma non ero riuscito a trovarlo. Oltre ai pacchetti viaggio – che non mi potevo permettere - non c'era nulla a disposizione e avevo ormai perso le speranze. Attimi di silenzio, eccitazione e panico insieme. Come fare? Mia moglie mi guardava con aria mista tra curiosità e sospetto, mia figlia di sette mesi richiedeva le dovute attenzioni; come avvisare al lavoro? "Dammi dieci minuti e ti dico". Niente cellulari, mi attacco al servizio della SIP per cercare un numero di un'altra provincia e chiamo il mio superiore per chiedergli di poter saltare un giorno di lavoro, non prima di aver avvisato i miei due colleghi per supplicarli di sostituirmi il giorno successivo.

Confermo. Si parte alle sette del mattino e si raggiunge Monaco di Baviera. Giusto il tempo di fare un giro in città, di mangiare qualcosa al volo e poi si raggiunge l'Olympiastadion. Nonostante il primo abbonamento l’avessi fatto nel 1981, non avevo mai seguito la squadra in trasferta.
Ricordo ancora l'emozione quando la squadra entrò per il riscaldamento, lo spettacolo del pubblico che cantava le canzoni – alternativamente una italiana ed una francese - che l'organizzazione dell'evento aveva iniziato a trasmettere. Eravamo ai margini del settore a noi riservato, diviso solo dalla scalinata dai tifosi francesi, con i quali ci si scambiava battute e piccoli sfottò.
Poi la rete di Boli, proprio sotto i nostri occhi, la fine della partita e il volere restare fino alla fine della premiazione, gli abbracci con gli entusiasti tifosi francesi e lo scambio di sciarpe e bandiere.
Per riuscire a rientrare al lavoro costrinsi il mio collega a guidare tutta notte, per arrivare in tempo per una doccia e via, di nuovo in ufficio.
Nei successivi due anni, sono riuscito a vedere dal vivo anche le altre due finali, ma ciò che provai quella volta mi è rimasto nel cuore.

di Paolo Raimondi

Capita che i ricordi migliori siano legati ad alcune sconfitte. Anche storiche. Però i tifosi rossoneri lo sanno: dopo ogni Monaco di Baviera e ogni Istanbul, c'è sempre un'Atene. Dopo ogni caduta c'è sempre una rinascita. Ed è proprio per questo che, talvolta, anche le sconfitte si tramutano in dolcissimi ricordi. 

OP-ED è la tua storia in rossonero, è il tuo racconto, è la tua prima volta, è la partita che non scorderai mai, la trasferta memorabile, la tua vittoria più bella, la tua emozione più grande vissuta con il Milan.

Raccontacela.

Ogni settimana raccoglieremo le vostre storie e ne sceglieremo una da pubblicare qui, su acmilan.com, sarà l'ennesima prova d'amore da parte dei tifosi per il Diavolo. Ti basterà compilare il form qui sotto e raccontarci la tua storia in rossonero, al resto pensiamo noi. Le storie pubblicate di settimana in settimana, saranno inserite in un box virtuale dove sceglieremo la storia più bella del mese. A fine stagione i vostri racconti mensili più belli vi daranno un'opportunità unica: passare una giornata a Casa Milan respirando la storia del club. Con un padrone di casa d'eccezione, Franco Baresi, che vi accompagnerà in una giornata interamente vissuta a tinte rossonere. OP-ED è il Milan che ti ascolta e che ti legge, partecipa anche tu a un'esperienza unica nel suo genere. Scrivi la tua storia legata ai colori rossoneri, la più bella la pubblichiamo noi.

La storia del Milan è anche la tua storia.

ues

Selezionate per te

Community  

OP-ED: DALLA SVEZIA ALL'ALBANIA, FINO A SAN SIRO

<p>La storia di un appassionato rossonero con uno score particolare a San Siro</p>

Community  

OP-ED: DALLA B ALLA STEAUA

<p>La sofferenza per la Serie B e l'apoteosi di Barcellona: la storia rossonera di Lino</p>

Community  

OP-ED: IL BOATO DI MANCHESTER

<p>Antonio assist&eacute; dal vivo alla trionfale vittoria della Champions League nel 2003: il suo racconto</p>

PRIMA SQUADRA

BIGLIETTI

Condividi il tuo tifo e la tua passione per il Milan