Caricamento...
conferenza-stampa21 maggio 2022

PIOLI: "CI MERITIAMO QUESTA OCCASIONE"

Le parole del Mister da Milanello alla vigilia di Sassuolo-Milan

Siamo arrivati all'ultima giornata di campionato e - di conseguenza - all'ultima conferenza pre-partita di Mister Pioli. In vista degli ultimi 90 minuti di questa Serie A 2021/22 al Mapei Stadium contro il Sassuolo, l'allenatore rossonero è intervenuto in conferenza stampa da Milanello, con le sue parole che sono state trasmesse in diretta su Milan TV, YouTube e Twitch a partire dalle 14.15.

L'ULTIMA PARTITA
"Fino a oggi siamo stati sicuramente i migliori, dovremo esserlo anche domani. Abbiamo preparato la partita con lavoro, concentrazione e serenità, come sempre. Non conta mai, nel nostro sport, ciò che hai fatto fino a ieri: ci siamo costruiti e meritati questa grande occasione, adesso dobbiamo chiudere nel modo migliore. Non voglio essere poetico, ma concentrato e attento a quanto dovremo fare in campo. Sarà un impegno difficile: nessuno ci ha mai regalato qualcosa e lo stesso sarà domani, il Sassuolo farà la sua partita e cercherà giustamente di vincere. Siamo arrivati fino a qui con basi solide e su queste dobbiamo affidarci".

IL SASSUOLO
"Ogni partita ha la sua storia e ha un avversario diverso. Il Sassuolo palleggia molto bene ed è la squadra che ha più qualità nella trequarti offensiva: dovremo stare attenti a queste situazioni e cercare, a nostra volta, di creare occasioni in cui potere incidere. Se sbagli i tempi di uscita loro possono sorprenderti con delle imbucate, tatticamente e fisicamente sarà una partita complicata: sappiamo lottare e soffrire, credo che la squadra saprà fare la partita giusta. Le loro dichiarazioni? Lo sport è competizione, siamo i primi in classifica e contro di noi tutti hanno dato il massimo: domani i nostri avversari sicuramente faranno lo stesso. Dovremo lottare con attenzione, pazienza e lucidità fino alla fine".

LA SETTIMANA DEL GRUPPO
"Vedo la stessa determinazione, concentrazione ma anche serenità di sempre nei miei giocatori. Sono sicuro che stanno vivendo particolari emozioni dentro di loro. Personalmente dormo sempre poco dopo le partite - non prima - e mi auguro sia lo stesso anche domani sera. Onestamente questa settimana non ho avuto bisogno di fare interventi particolari, questo è un gruppo che ha lavorato con sempre il noi prima di tutto. Tutti sono stati decisivi per questa stagione, e domani ognuno dei miei giocatori potrebbe mettere un punto esclamativo in una partita che può scrivere la nostra storia. Non ho nessun dubbio: tutti saranno pronti a dare tutto".

L'AMBIENTE ROSSONERO
"Dal primo giorno che sono entrato a Milanello ho sentito l'aria giusta, è un posto ideale per lavorare. Il Club ci sostiene ed è sempre presente, chi lavora qui cerca di mettere a disposizione degli altri il massimo per ottenere il massimo. È il miglior contesto possibile per lavorare. Mi sento di dire ai nostri tifosi che sarà una sfida difficile. Insieme siamo più forti e domani avremo bisogno di tutto e di tutti: giocatori, tifosi presenti sia allo stadio che lontani. Dovremo dimostrare di essere migliori degli altri, abbiamo 95 minuti per dimostrarlo un'ultima volta e finire bene il nostro lavoro".

L'ESEMPIO DI IBRA E KJÆR
"Zlatan ha portato mentalità, qualità, intelligenza calcistica e quella personalità che come squadra giovane era necessaria. È un punto di riferimento. Ci tiene tantissimo, come tutti noi. È chiaro che stiamo vivendo un momento importante, domani si chiuderà un campionato. I bilanci si fanno a fine stagione. Tra il vincere e il non vincere ci sarebbe differenza. Tutti i miei giocatori devono pensare che domani potranno essere decisivi. Credo che il migliore esempio della crescita del gruppo sia stato dato, soprattutto, dalle assenze prolungate di Zlatan e di Simon. In loro la squadra ha perso due riferimenti importanti nello spogliatoio, e gli altri sono saliti di livello per cercare di sopperire all'assenza di due pilastri. In questo periodo la squadra è cresciuta sicuramente tanto".

LE SCELTE
"Tranne che a novembre dove le scelte erano forzate per gli infortuni - da allora siamo stati molto bravi a trovare le soluzioni - le valutazioni sono state sempre molto difficili con giocatori così forti e disponibili, ma ho le idee chiare in testa. Penso che schiererò la formazione migliore per iniziare la partita e penso di avere le alternative adatte".

L'APPROCCIO AL MATCH
"Nelle ultime 4-5 partite abbiamo vissuto una sensazione da dentro o fuori come quella che ci accompagnerà domani, e queste sfide le abbiamo vissute al meglio. Abbiamo bene in chiaro cosa vogliamo fare, come vogliamo essere attivi e propositivi in entrambe le fasi. La squadra ha sempre dimostrato di credere nelle proprie qualità in tutte le situazioni, è la stessa cosa che dobbiamo fare domani. Dovremo giocare da Milan e non pensare, mai, che sarà una partita facile. Oltre a sacrificio, gioco e passione dovremo avere entusiasmo. Qualcosa che ci ha sempre accompagnato e dovrà essere così anche domani. Ce l'abbiamo dentro e dovremo metterlo in campo, credo che la squadra debba giocare anche con le proprie emozioni. Dovremo giocare con entusiasmo".

DA REGGIO A REGGIO
"Due anni fa vedevo diverse cose che mi facevano pensare positivo: la sinergia che ho l'area tecnica, Maldini e Massara con i quali parlo tutti i giorni; il sostegno del Club, e i miei tanti giocatori di talento. Quando c'è questa disponibilità vi è l'opportunità di raggiungere qualcosa d'importante. La proprietà, poi, ci ha dato sostegno e fiducia, facendoci lavorare nel miglior modo possibile senza farci mancare nulla in periodi molto complicati. Ci siamo sempre sentiti tutelati e protetti. E ho sempre pensato positivo sulla squadra, ho tanta fiducia in loro. Nei momenti delicati sono sempre stati capaci di tirare il meglio di loro stessi nonostante la giovane età, con la volontà di dimostrare che siamo una squadra forte".


È aperta la campagna abbonamenti AC Milan 2022/23: #UnaStoriaUnica, ti aspettiamo a San Siro!

Condividi su:

Ultime news

I nostri partner